Calciomercato, retroscena Milinkovic: il 17 agosto la Lazio ha rifiutato un’offerta da 160 milioni

milinkovic
© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Lazio – Il quotidiano “Repubblica” rivela un retroscena di calciomercato legato ad una clamorosa offerta per Milinkovic-Savic avanzata ad agosto dal Milan

Non è una stagione facile per Milinkovic-Savic. Contestato duramente dai tifosi, che lo considerano uno dei principali colpevoli della crisi biancoceleste, il centrocampista serbo è chiamato ad una risposta sabato contro il Cagliari. Il tecnico Simone Inzaghi sta pensando ad un cambio modulo, ma il posto in mediana di Sergej non è assolutamente a rischio. L’allenatore piacentino in estate ha fatto di tutto per non lasciarlo partire e neanche adesso che le cose girano male ha intenzione di relegarlo in panchina. Come sottolinea l’edizione di “Repubblica”, questo speciale trattamento non è legato solo a motivi tecnico-tattici: il 17 agosto 2018, per mantenere una promessa fatta al suo mister, il presidente Claudio Lotito ha rifiutato dal Milan una proposta da 160 milioni di euro (40 subito per il prestito oneroso, 120 poi per il riscatto obbligatorio in caso di qualificazione in Champions League dei rossoneri). Mettere da parte Milinkovic dopo tutti questi sforzi è dunque impossibile, i laziali dovranno farsene una ragione. Tocca adesso al giocatore dimostrare di valere seriamente tutto quel capitale economico. Oppure per modo di dire: “muoia Sansone con tutti i Filistei”.