Connettiti con noi

Hanno Detto

Caicedo: «Il cambio modulo ci piace. Il sostegno dei tifosi è unico»

Pubblicato

su

Felipe Caicedo ha parlato al termine della seduta d’allenamento mattutina: queste le sue dichiarazioni dal ritiro

Felipe Caicedo ha parlato al termine della seduta d’allenamento mattutina. Queste le sue dichiarazioni dal ritiro, rilasciate a Lazio Style Radio:

SUL RITIRO – «Il ritiro procede bene: stiamo lavorando tanto e stiamo imparando quello che ci dice il Mister, quindi va molto bene. Auronzo per noi è come stare a Roma, perché ci accolgono sempre bene. Quando stiamo qua stiamo bene e cresciamo sempre molto: è il luogo ideale per allenarci».

SULLA PRE – «Nella preparazione è cambiato tutto. Questa è un’altra filosofia: si lavora molto in campo, non corriamo intorno al lago ed è tutto molto nuovo. L’essenza, però, è quella di lavorare sodo e al massimo e fare sempre bene».

SUL TRIDENTE – «Con il tridente mi trovo bene. Alla fine quando fai l’attaccante va sempre bene, cambiano un po’ di movimenti ma si lavora fino in fondo per impararlo. Dobbiamo impararli il più veloce possibile insieme al Mister. In fase di non possesso o di palleggio è tutto un altro mondo, perché c’è solo una punta e bisogna fare lavoro di sostegno anche con gli attaccanti esterni. L’importante è aiutare la squadra, stare corto o lungo quando serve e giocare bene. Alla fine, piano piano, stiamo imparando bene».

SUL RAPPORTO CON LO STAFF – «E’ sempre importante avere i tifosi con noi qua. Poi con lo staff ci stiamo conoscendo piano piano e stiamo lavorando. Siamo sulla strada giusta».

SUL GOL IN CHAMPIONS – «Segnare in Champions è stato un grande stimolo per me. E’ stato un bel gol in una partita delicata in cui eravamo in difficoltà. Se rimango qui, però, devo segnare più di 9 gol in stagione. Dei tanti gol che ho segnato all’ultimo minuto quello che mi è rimasto più nel cuore è stato quello di Cagliari».

 SULL’AMBIENTE LAZIO – «Con l’ambiente Lazio sono molto contento, perché mi hanno accolto molto bene, sia sui social che qui. Mi hanno dimostrato di essere stati sempre con me e li ringrazio per il sostegno che mi hanno dato. Voglio stare alla Lazio e devo continuare così, facendo tanti gol».

SUL NUOVO MODULO  – «Con il nuovo modulo per me non cambia tanto: giocando c0n due esterni potrebbero arrivare più cross, ma penso anche che arriveranno molto al tiro. Quindi noi attaccanti dovremmo stare attenti ai cross, ma anche alla palla esterna».

SUL GIOCO OFFENSIVO – «Bisogna vedere la situazione di gioco, ma dipende anche dalla squadra avversaria. Ci saranno vari momenti nella partita, quando bisognerà venire incontro o attaccare lo spazio. Dipende da come giocheranno gli avversari. Poi noi abbiamo giocatori come Luis Alberto e Milinkovic che ti possono fare passaggi incredibili in qualsiasi momento. Comunque, bisogna vedere anche come giocheranno gli avversari».

 SULLE SUE DOTI TECNICHE – «Il gioco di Mister Sarri, che è veloce e fa palleggiare molto con i centrocampisti, potrebbe aiutarmi a mostrare le mie doti tecniche. E’ diverso da come giocavamo prima, ma bisogna piano piano capire i concetti e attuarli, stando sempre attenti a quello che faranno gli avversari».

Advertisement