Bianchessi e quella rivoluzione nel settore giovanile biancoceleste

bianchessi lazio lotito
© foto You Tube

Un tempo il vivaio biancoceleste era uno dei migliori in Europa, l’ex Milan Bianchessi sta dando sicuramente il suo apporto in casa Lazio

La Lazio è ripartita quest’estate con un altro personaggio a dir poco esperto. Il regno di Lensen è terminato. A guidare il vivaio è ora Mauro Bianchessi, che i ben informati dicono suggerito a Lotito dall’amico Galliani, allontanato forse troppo frettolosamente dal nuovo Milan cinese.

CHI E’ – Uomo di poche parole, Mauro Bianchessi rappresenta il top dal punto di vista del calcio giovanile in Italia. Scuola Atalanta (Conti, Caldara e Gabbiadini sue scoperte), dov’è arrivato dal Brescia e cresciuto per 15 anni sotto l’ala di Mino Favini come responsabile dello scouting. Stesso ruolo nel Milan dove, nei dieci anni di permanenza in rossonero, ha scoperto e svezzato decine di talenti tra cui spiccano Donnarumma, Locatelli ed un certo Patrick Cutrone. Chi lo conosce ne parla come di un cacciatore, uno capace di braccare ed inseguire il bersaglio fino a stremarlo.

VIVAIO LAZIO – Sotto la direzione dell’ex responsabile del Milan, a Formello stanno crescendo e migliorando due giovani in particolare: Nicolò Armini e Damiano Franco. Il primo, classe 2001 nativo di Marino, è un difensore centrale che tanto bene sta facendo con la Lazio U17, nonchè capitano della Nazionale U17, con la cui maglia ha messo in mostra tutte le proprie qualità, non a caso è stato convocato anche da Simone Inzaghi per la sfida con lo Zulte WaregemDamiano Franco, invece, è un classe 2002 che sta impressionando con la Lazio U16 di Fabrizio Fratini. Il difensore romano ha il vizio del gol, avendo messo a segno ben 8 reti in 13 presenze, ed è rientrato nel giro della Nazionale U16 (convocato contro Ungheria e Turchia). Piccoli talenti made in Formello crescono…