Anastasi: «Dietro le parole di Acerbi c’era l’Inter. Muriqi? Sono entusiasta»

© foto www.imagephotoagency.it

Il noto maestro del giornalismo Filippo Anastasi è intervenuto ai microfoni di Radiosei.

Filippo Anastasi ha parlato a Radiosei della situazione legata al Coronavirus, del momento dell’Italia, della Lazio e del calciomercato. Riportiamo qui le sue dichiarazioni sul caso Acerbi e sul mercato in entrata.

Dietro allo scivolone di Acerbi sono certo che ci sia l’Inter, lui è stato davvero fumantino nelle sue dichiarazioni. Da dietro le quinte puntavano ad una rottura con la società, dal caso Pandev al caso Zarate, non devo dirvi io del caso de Vrij. Per fortuna le cose però si sistemeranno, Peruzzi ha fatto un lavoro di rifinitura e di fioretto come suo solito. E’ giusto che ottenga un aumento, ma l’errore marchiano è chiederlo in quel modo, forse è stato anche spinto dal nuovo procuratore. Sono convinto che dobbiamo però aspettarci dal mercato in entrata grandi cose, un colpo necessario in difesa, perché urge inserire un titolare nel nostro pacchetto arretrato, ma anche un colpo ad effetto in avanti, alla David Silva. Detto ciò io sono entusiasta di Muriqi, tutt’altro che capace solo di testa, lui tira di sinistro da ogni posizione ed ha una fame incredibile, sono certo che ci farà fare il salto di qualità in avanti.