Adekanye si racconta: «Il denaro non è fondamentale, voglio debuttare nel calcio che conta»

live calciomercato lazio
© foto @youtube

Bobby Adekanye e il suo futuro: le parole del giocatore del Liverpool che interessa alla Lazio

Bobby Adekanye è l’obiettivo numero uno della Lazio per la prossima stagione. Il giovane attaccante, classe ’99, si svincolerà a giugno dal Liverpool. Come ammesso dal suo agente, Junior Miunguella (QUI la notizia), la società biancoceleste è una delle pretendenti per mettere sotto contratto il suo assistito.

L’olandese, in un’intervista rilasciata a Nos, sulla sua esperienza al Liverpool. «Sono stato vicino a scendere in campo all’inizio della stagione. Il non farlo è stato deludente, ma ho iniziato a lavorare di nuovo e alcune volte sono riuscito ad allenarmi con la prima squadra. Klopp dice che devo solo continuare a crescere, ma questo lo dice anche agli altri. È un peccato, perché mi sarebbe piaciuto costruire qualcosa a Liverpool, ma non ho avuto l’occasione per farlo».

Sul suo futuro: «La Premier League? A volte ho questo pensiero. Comunque in estate mi siederò con il mio manager, mio padre e mia madre e farò la mia scelta. Il denaro non è fondamentale, voglio fare il mio debutto nel calcio professionistico, poi mettendomi in mostra i soldi arriveranno di conseguenza».

Prima di arrivare in Inghilterra, Adekanye ha giocato nelle giovanili di Ajax, Barcellona e PSV. Il suo ricordo sull’esperienza con la maglia blaugrana. «Quando ho ricevuto la proposta ho pensato che poteva essere l’unica possibilità della mia vita. Amo l’avventura, i viaggi e le nuove esperienze, quindi ho preparato la valigia e sono partito da solo. Sono un ragazzo sociale, faccio presto amicizia, non volevo che i miei genitori abbandonassero il lavoro in Olanda e non volevo nemmeno fare la carriera calcistica di mio fratello minore (Hakeem, che gioca nelle giovanili dell’Ajax, ndr)».

Infine sul rapporto con Messi. «Poiché anche lui in passato aveva vissuto a La Masia, a volte è venuto a trovare alcuni conoscenti. Io non parlavo ancora spagnolo, ma fortunatamente la parola foto è universale e Messi mi ha capito (ride, ndr). Il mio desiderio è quello di essere di nuovo suo compagno in futuro».