Zazzaroni si schiera: «Mourinho? Va punto, non possiamo permetterci...»
Connettiti con noi

Hanno Detto

Zazzaroni si schiera: «Mourinho? Va punto, non possiamo permetterci…»

Pubblicato

su

Non ha usato giri di parole Ivan Zazzaroni, il giornalista ha commentato duramente le esternazioni del tecnico della Roma Mourinho

Non ci ha pensato due volte Zazzaroni a esprimere il suo pensiero su Mourinho. Il direttore del Corriere dello Sport ha attaccato duramente il comportamento del tecnico della Roma.

IL COMMENTO – «Di pietre ancora libere ne sono rimaste poche e quelle poche potranno essere scagliate contro Mourinho non appena si conoscerà la sentenza del tribunale del pallone. Ha fatto una cosa che non si deve fare e che il calcio delle vergini, delle mille ipocrisie e delle regole costantemente infrante non può proprio tollerare. Ha terrorizzato preventivamente un arbitro, il trentunenne Matteo Marcenaro e ha sputtanato un avversario, Mimmo Berardi. In sostanza ha detto ciò che pensa prima di una partita e non dopo. Se avesse atteso la fine sarebbe stato ugualmente censurato, deferito e squalificato. Perché lui è il rompipalle Mourinho ed è nato recidivo. Poco importa che Marcenaro abbia diretto serenamente l’incontro col Sassuolo dimostrando di avere un po’ di palle (la Roma ha vinto grazie a un rigore netto, un’espulsione non vista dallo stesso Marcenaro e un clamoroso autogol: zeru condizionamenti). Il nostro calcio non può permettersi il Grillinho parlante: ha accusato il Marce di scarsa stabilità emozionale e deve essere punito con severità».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.