Viktorija Mihajlovic: «Papà sta bene, è sempre stato il mio riferimento»

© foto As Roma 29/02/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Bologna / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: Sinisa Mihajlovic

Viktorija Mihajlovic, figlia dell’ex Lazio Sinisa, ha raccontato i progressi del padre durante questo periodo

Sinisa Mihajlovic ha dimostrato ancora una volta a tutti quanto sia forte. La leucemia non lo ha abbattuto e l’ex giocatore della Lazio ha ripreso ad allenarsi con caparbietà.

La figlia Viktorija ha raccontato a La Vita in Diretta i momenti difficili passati e la rinascita di questo periodo: «Papà sta meglio ha ripreso ad allenarsi, a correre, a giocare al suo amato padel. Sta bene. Ho sempre avuto la fobia degli ospedali e che i miei genitori si potessero ammalare quindi ho perso un po’ il controllo delle mie emozioni. Ero arrabbiata, non ero pronta e non conoscevo la malattia, per me era qualcosa di gravissimo. Ma per assurdo anche in quella situazione è stato lui a chiamarmi per tranquillizzarmi. Mio padre sa sempre usare le parole giuste al momento giusto per rassicurarmi e incoraggiarmi. Lui è sempre il mio punto di riferimento, ma in quel momento non vedevo più la sua forza e mi sono spaventata. Il primo incontro in ospedale con lui? E’ un momento che non dimenticherò mai. Non ha voluto che entrassimo in stanza, ma è voluto uscire lui, camminando, per venire da noi. Così l’ho aspettato in sala d’attesa. Al primo impatto mi è sembrato mio nonno: era molto dimagrito, non aveva capelli. Inizialmente non ho parlato molto, perché mi veniva da piangere. Poi mi sono calmata e abbiamo chiacchierato un po’. La cosa che mi ha fatto più male è stato quando l’ho dovuto salutare, nel vederlo rientrare là dentro».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy