Connettiti con noi

News

Verso la Juve, Zoff: «La Lazio se riacquista forma può giocarsela»

Pubblicato

su

L’ex portiere Dino Zoff è intervenuto ai microfoni di Radiosei per fare un punto sulla Lazio. E sulla sfida di sabato…

L’ex portiere (nonché ex allenatore della Lazio) Dino Zoff, è intervenuto ai microfoni di Radiosei per esprimere il suo punto di vista sul momento della squadra di Inzaghi:

SUL RUOLO DI ACERBI – «Acerbi sul centro sinistra? È una prerogativa dell’allenatore, è lui che decide. È tutti i giorni con la squadra e con i giocatori. La differenza di rendimento c’è stata, basta guardare i numeri».

MANOVRA DAL BASSO – «Manovra dal basso? Il gioco dipende dalle caratteristiche dei giocatori, bisogna adeguarsi alle proprie caratteristiche e possibilità. I numeri della Lazio in queste ultime due partite non sono molto edificanti, inutile parlare di partire dal basso o dall’alto. Io non sono mai per le mode in assoluto, non vanno bene per tutti».

SULLA CHAMPIONS – «La Lazio in Champions si è trovata in un momento di non particolare forma, la squadra non si è espressa per niente e si è disunita. Devo tenere in considerazione la forza dell’avversaria e giocare di conseguenza, ma senza paura. Non mi aspettavo un Bayern così brillante, ma noi non c’eravamo. L’abbiamo presa male noi».

SUI PORTIERI – «Se hai due portieri alla stessa altezza li fai giocare entrambi alternandoli. A Roma fare il portiere non è facile perché ci sono molte critiche. Strakosha non lo vedo male, poi tutti devono migliorare qualcosa, ma non posso buttargli la croce addosso. Deciderà Inzaghi poi se farlo rigiocare o meno».

VERSO LA JUVENTUS – «Mi aspetto una buona partita. La Juve ha qualità, la Lazio se recupera un po’ di forma se la può giocare. Per chi tifo? In genere non faccio il tifo. A me piace il calcio combattuto».