Connettiti con noi

News

UEFA, venerdì boicottaggio sui social: lo scopo della protesta

Pubblicato

su

La UEFA annuncia il boicottaggio sui social media per mostrare solidarietà contro gli abusi online. Il comunicato

Venerdì la UEFA prenderà parte al boicottaggio dei social unendosi alla Premier League e alla Federcalcio inglese. Ecco il comunicato e le parole di Ceferin.

COMUNICATO – «La UEFA ha annunciato che si unirà a una coalizione di stakeholder del calcio inglese, tra cui la Federcalcio e la Premier League, prendendo parte al loro boicottaggio sui social media. La UEFA rimarrà in silenzio su tutte le sue piattaforme questo fine settimana, a partire dalle 15:00 BST (16:00 CEST) di venerdì. Lo scopo del boicottaggio online è mostrare solidarietà nella lotta contro gli abusi online e durerà fino alle 23:59 BST di lunedì 3 maggio».

PAROLE CEFERIN – «Ci sono stati abusi sia in campo che sui social. Questo è inaccettabile e deve essere fermato, con l’aiuto delle autorità pubbliche e legislative e dei giganti dei social media. Permettere a una cultura dell’odio di crescere impunemente è pericoloso, molto pericoloso, non solo per il calcio, ma per la società nel suo insieme. Questo è il motivo per cui sosteniamo questa iniziativa. È ora che il calcio prenda una posizione e sono rimasto colpito dalla solidarietà mostrata dai giocatori, dai club e dagli stakeholder. Esorto tutti – giocatori, club e federazioni nazionali – a presentare reclami formali ogni volta che giocatori, allenatori, arbitri o funzionari sono vittime di tweet o messaggi inaccettabili. Ne abbiamo abbastanza di questi codardi che si nascondono dietro il loro anonimato per vomitare le loro ideologie nocive».