Turnover Inzaghi: le tre mosse per piegare il Genoa

© foto www.imagephotoagency.it

Inzaghi pensa ad un pesante turnover contro il Genoa: diversi cambi di formazione che si possono racchiudere in tre mosse

D’ora in avanti non si può più sbagliare. Per la Lazio ogni sfida diventa decisiva e paradossalmente la gara contro il Genoa si presenta come una delle più complicate del prossimo periodo. Bisogna vincere a tutti i costi, partire nettamente favoriti sulla carta è un pericolo perchè la squadra di Simone Inzaghi avrà solo da perdere. Il tecnico piacentino ne è consapevole, ma è costretto a dosare le energie della rosa per gestire tanti incontri ravvicinati. Secondo l’edizione odierna del “Corriere dello Sport” in campo ci saranno alcune novità rispetto al match di Coppa Italia contro il Milan, tutto riassumibile in tre mosse.

RIVOLUZIONE IN DIFESA – Vanno verso la panchina Martin Caceres e Stefan Radu. Rientrano invece Wallace e Bastos per completare il reparto insieme a Stefan de Vrij. In questo momento serve freschezza e lucidità mentale, i due calciatori hanno poi il bisogno di riscatto dopo alcune prove non convincenti.

ASSENZA MILINKOVIC – La Lazio dovrà fare a meno per squalifica del suo gioiello più prezioso. Ma sarà Luis Alberto a sostituire Sergej e ad agire da interno di centrocampo. Lo spagnolo ha dimostrato di rendere meglio da seconda punta, ruolo che gli permette di non dare punti di riferimento agli avversari. Resta comunque imprescindibile.

PARTNER IMMOBILE – Sarà staffetta in attacco tra Felipe Anderson e Luis Nani. Il portoghese è carico, pronto a prendere il fianco di Ciro Immobile. E’ disposto al sacrificio, per questo Inzaghi lo rispetta e chiama spesso in causa. E’ un tassello fondamentale per il finale di stagione.

Articolo precedente
KompanyLazio, sprint verso la Champions: serve anche l’amore dei tifosi
Prossimo articolo
Primavera, Genoa-Lazio: continua l’emergenza per Bonatti