Connettiti con noi

Hanno Detto

Kroos: «Sono contrario al Mondiale in Qatar, non rispettano i diritti umani»

Pubblicato

su

Toni Kroos, centrocampista del Real Madrid e della Nazionale Tedesca, ha parlato dei prossimi Mondiali in Qatar

Sono iniziate le qualificazioni ai prossimi Mondiali di calcio, che si svolgeranno tra un anno in Qatar. Non tutti, però, sono d’accordo a che una competizione sportiva così importante si giochi in questo Paese: tra di loro c’è anche Toni Kroos, centrocampista del Real Madrid e della Nazionale Tedesca. Intervenuto al podcast Einfach mal Luppe, ha detto la sua sulla Coppa del Mondo del prossimo anno. Ecco le sue dichiarazioni.

«Devo ammettere di non essere d’accordo con l’assegnazione del Mondiale al Qatar avvenuta dieci anni fa. Questo per numerosi motivi che vanno dalle condizioni di lavoro in cui operano le persone in quel paese, al fatto che l’omosessualità è un reato perseguito, la mancanza di cibo e acqua per i migranti e tanti altri. In più ci possiamo aggiungere che le cure mediche non sono a disposizione di tutte le persone. Tutte situazione per me assolutamente inaccettabili. Parlare oggi di boicottaggio rischia di essere oramai inutile vista la prossimità della competizione e in più mi chiedo se fosse veramente servito. Non credo proprio. L’unica speranza è che parlarne oggi faccia in modo che in futuro chi organizza la Coppa del Mondo prenda in esame questi problemi e la situazione possa migliorare».

Advertisement