Agnelli: «È giusto che l’Atalanta sia in Europa senza storia internazionale e la Roma no?»

© foto @CalcioNews24

Durente il Business of Football Summit, il presidente della Juventus Agnelli ha analizzato il futuro delle competizioni europee

Tra i presenti al Business of Football Summit – organizzato dal Financial Times a Londra – anche Andrea Agnelli. Il Presidente della Juventus, durante l’evento è tornato a parlare del futuro delle competizioni europee, rilanciando l’idea della SuperChampions: «Stiamo discutendo della polarizzazione dei club e come offrire ad un maggior numero di società la possibilità di crescere e diventare grandi. Oggi ci sono posizioni dominanti, dei grandi mercati e delle grandi leghe. Le leghe minori hanno meno possibilità di lottare. Magari si può mantenere il proprio livello internazionale con una determinata posizione minima in classifica, ci sono molti modi».

«Si può discutere sul fatto che solo perché sei in un grande paese devi avere accesso automatico alle competizioni. Ho grande rispetto per quello che sta facendo l’Atalanta, ma senza storia internazionale e con una grande prestazione sportiva ha avuto accesso diretto alla massima competizione europea per club. È giusto o no? Poi penso alla Roma, che ha contribuito negli ultimi anni a mantenere il ranking dell’Italia, ha avuto una brutta stagione ed è fuori, con quello che ne consegue a livello economico. Bisogna anche proteggere gli investimenti e i costi».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy