Roma, Spalletti: «Bravo Inzaghi a creare un derby d’alta classifica. Lazio favorita? Mi fa piacere, sarà uno stimolo in più»

roma
© foto www.imagephotoagency.it

Vigilia di derby e anche in casa Roma è tempo di conferenza stampa. Nel centro sportivo di Trigoria ha parlato ai cronisti presenti il tecnico giallorosso Luciano Spalletti: «Inzaghi è stato bravo con i suoi ragazzi a creare un derby d’alta classifica. Le due squadre stanno facendo bene, per un confronto che vale molto in classifica. L’esito sarà insidioso per le rivali che ci sono attorno in classifica.Avere molte rivali ambiziose rende, però, tutto molto più affascinante. Ne gode lo spettacolo. Modulo? Qualsiasi modulo vuole che si giochi a calcio. Il gioco è fondamentale, non il modulo. La mia squadra ha dimostrato di saper cambiare, di sapersi adattare alle situazioni. Dobbiamo stare tranquilli. Salah è il campione nel partire in ripartenza, noi però sappiamo giocare anche palla a terra e con le linee basse. Domani dovremo essere convinti che i nostri comportamenti saranno quelli che decideranno l’esito della partita. Bruno Peres ed El Shaarawy sono due soluzioni possibili così come quelle di Iturbe e Totti. Abbiamo una rosa che ci permette molte cose. Le qualità per vincere questa partita ci sono. Non è come affrontare il Real Madrid e dici alla squadra che può vincere, anche andando a sforare determinate valutazioni. Domani dovremo essere solo noi stessi. La partita sarà difficile perché la Lazio sta bene ma noi abbiamo le carte in regola per vincere il derby».

Cosa significa il Derby? «Noi che lavoriamo dentro la Roma viviamo nella romanità dal lunedì dalla domenica a prescindere da chi viene allo stadio. La romanità è uno stile di vita che noi sentiamo addosso. Non c’è bisogno di conferme o spinte superiori. Il fatto di avere questa seconda pelle, a prescindere dalla distanza, fa lo stesso rumore. Prima di tutto il derby per quanto mi riguarda è una gara speciale che si vince come le partite normali. Il derby smuove la classifica della Serie A e quella dell’eterno confronto fra queste due squadre. Io in questa settimana ho guardato immagini, ascoltato frasi e discorsi che cercano di motivarti, ho cercato di capire quale sia la strada giusta. Se l’essere romani aiuta? Dipende se si riesce a vincere emozioni e rimanere lucidi. Respirando tutto il giorno quello che è il coinvolgimento emotivo di questa partita rischi di andare in over. Sono le qualità dei calciatori che fanno la differenza, ovvero la personalità di saper valutare tutto quello che c’è nel mezzo. Derby più importante per la Lazio? Io non so come possano recepirlo. Noi della Roma abbiamo due passioni, una è quella della gara di domani. Che smuove due classifiche. Noi creeremo l’attenzione che la partita richiede, consapevoli dell’importanza anche delle altre partite che si giocano. Se la Lazio ci arriva favorita? Ci fa piacere, sarà uno stimolo in più per avere un livello di confronto per come merita il nostro avversario».

Articolo precedente
inzaghi conferenza stampaRIVIVI LA DIRETTA – Inzaghi: «Questa maglia ha una storia. Vogliamo dare una soddisfazione ai laziali»
Prossimo articolo
trasfertaDerby, 500mila euro tra elicottero e forze dell’ordine