Connettiti con noi

News

Siparietto derby, Lollobrigida: «La battuta della Meloni? Non facciamone un caso»

Pubblicato

su

La Repubblica svela un siparietto andato in scena ieri a Palazzo Chigi durante il giro di consultazioni tra Draghi e Fratelli d’Italia

AGGIORNAMENTO – Sul suo profilo Instagram, Francesco Lollobrigida ha poi fatto rientrare la situazione, spiegando: «Con il Presidente incaricato Draghi mi divide certamente la fede calcistica e ci ho scherzato su sottolineando invece la speranza ci fosse comune interesse al destino della nostra Patria. È evidente che Giorgia, seppur tifosa di segno opposto al mio, non possa aver detto che sono della pur splendida Tivoli… direi che mi conosce meglio di chi ha tentato di montare un caso anche su questo».

A Palazzo Chigi prosegue il giro di consultazioni tra Mario Draghi (premier incaricato da Mattarella) e i partiti per provare a formare un nuovo governo.

L’edizione odierna di Repubblica racconta un siparietto andato in scena quando l’ex presidente della Bce ha incontrato la delegazione di Fratelli d’Italia.  Alla fine delle consultazioni, il capogruppo alla Camera Francesco Lollobrigida fa un’ultima battuta al momento dell’uscita: «Io comunque sono della Lazio». E chiude la porta. Draghi si alza, riapre la porta e gli risponde in romanesco: «Ma io so’ de la Roma». Il divertente derby politico sarebbe finito qua se non fosse che Giorgia Meloni, tifosa della Roma e leader del partito, ha aggiunto: «Presidente, lo lasci stare. È di Tivoli». Una battuta infelice.

Advertisement