Inzaghi: «Sotto l’albero vorrei il rinnovo di de Vrij. Anderson? Con lui siamo più forti»

inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio vince non senza soffrire contro il Crotone. Al termine del match Simone Inzaghi analizza la prestazione

Ritrova la vittoria in casa la Lazio, a secco tra le mura amiche dal successo del 22 ottobre contro il Cagliari. Nel post partita Simone Inzaghi ha dato la sua disamina ai microfoni di Sky Sport: «Il Crotone è una squadra organizzata, ci ha concesso poco nel primo tempo. Avremmo dovuto sfruttare meglio certe situazioni ma nel secondo tempo si è vista una bella Lazio. Avevamo bisogno di questa vittoria e ce la siamo presa. Era la prima volta che avevo a disposizione tutti gli uomini offensivi, cercherò di scegliere al meglio. Oggi Nani e Caicedo non sono entrati in campo, dovrò essere bravo a scegliere ogni volta. Felipe Anderson mi ha già dimostrato di avere grandissima voglia, sono contento che abbia fatto due gol in due spezzoni di partita. Sicuramente con il rientro di Felipe Anderson la Lazio è più forte. Milinkovic? Può migliorare, oggi era ammonito quindi ho preferito toglierlo e mettere Lulic. Prima di pensare all’Inter abbiamo una partita con la Fiorentina, lavoreremo alla Vigilia e a Natale. Dopo penseremo all‘Inter. Sarà una partita significativa, giocheremo contro una squadra in salute. Rinnovo De Vrij? Per me è un piacere allenarlo, ha grandi qualità. So che sta parlando con la società, mi piacerebbe trovare il suo rinnovo sotto l’albero. Sono cose che riguardano il calciatore e la dirigenza, io seguo gli sviluppi».

LAZIO STYLE – Il tecnico biancoceleste ha parlato anche a Lazio Style Radio: «Il primo tempo il Crotone ha fatto una partita accorta, è stato difficile per noi, poi abbiamo sbloccato la partita e siamo stati lucidi. Oggi è stato fantastico, i tifosi meravigliosi: ci hanno sostenuti fino al 95′. Vincere e festeggiare il Natale così, davanti a loro, è bello. Oggi tutti hanno fatto il meglio, anche Murgia e Luis Alberto sono stati bravissimi. Un plauso va anche ai tre che sono subentrati dopo, hanno avuto molto carattere. I nostri centrocampisti sono stati importantissimi anche nel recupero dei palloni. Ora dovremo preparare al meglio la partita contro la Fiorentina perchè teniamo alla Coppa Italia, vedremo come si muoverà Pioli se con la difesa a tre o a quattro. La Lazio ha le ripartenze più pericolose del campionato? Probabilmente sì, perchè abbiamo giocatori importanti che sanno muoversi nel campo. Sappiamo rimontare nonostante le difese ben sistemate che ci aspettano».

CONFERENZA STAMPA – Infine il tecnico biancoceleste si è concesso alle domande dei cronisti presenti in conferenza stampa:

Qual è stato il problema nei primi 60 minuti?

«Sapevamo che il Crotone è una squadra organizzata, primo tempo hanno fatto una partita molto attenta. Sono molto contento perché era una partita insidiosa, invece i ragazzi sono rimasti concentrati. E quando abbiamo segnato abbiamo gestito bene il match».

Felipe, Luis Alberto e Milinkovic, ci sarà la possibilità di vederli tutti e tre insieme?

«Fortunatamente le mie rotazioni si allungano, Felipe Anderson adesso sta bene. Dovremmo cercare di tenere la squadra in equilibrio, scegliendo quella più adeguata. Per la prima volta ho avuto tutto l’attacco a disposizione, magari averli avuti anche ad inizio campionato… Cambio di modulo? Dipende dalle partite che andremo ad affrontare, con questo modulo abbiamo trovato le nostre certezze. Ad esempio l’ultima a Genova abbiamo giocato con una sorta di 3-4-1-2, si cambia a seconda dei giocatori. Abbiamo ancora tante partite da affrontare, dovrò essere lucido e capace a schierare tutti nel modo migliore possibile».

Cosa diresti a de Vrij? E sul rinnovo…

«È un giocatore straordinario che da un anno e mezzo ho la fortuna di allenare. Sotto l’albero mi piacerebbe trovare il rinnovo di de Vrij, ma sono valutazioni che spettano alla società».

Una valutazione sulle partita di Murgia?

«Davanti alla difesa in Europa League mi aveva soddisfatto. L’ho levato sull’1-0 perché avevo bisogno di forze fresche. Quando ho visto entrare quei Lulic, Leiva e Felipe Anderson con quello spirito non ho potuto fare altro che essere contento».

Altri cambi con la Fiorentina?

«È da preventivare anche la partita con l’Inter, farò le mie valutazioni tra domani e il 25. Vogliamo affrontare entrambe le partite nel migliore dei modi».

Articolo precedente
jordan lukaku lazioLazio-Crotone, arbitri di nuovo protagonisti: a fine partita rifiutati i gadget biancocelesti
Prossimo articolo
questoreLazio-Crotone, le forze dell’ordine fermano alcuni tifosi con bastoni, petardi e catene