Serie A, Tommasi: «Vogliamo ripartire il prima possibile»

tommasi
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente dell’Assocalciatori torna a ribadire la posizione di tutto il sindacato: tornare a giocare il prima possibile

Ripresa sì o ripresa no? questo è il problema che tiene sulle spine tanti appassionati ma anche molti addetti ai lavori. Il ritorno in campo, in Serie A e non solo, vorrebbe dire anche la scongiura di una crisi economica che porterebbe sul baratro molti club.

Per questo tutti i giocatori, rappresentati da Damiano Tommasi, hanno espresso la volontà di tornare a giocare, Coronavirus permettendo. Il presidente dell’Assocalciatori ha rincarato la dose questa mattina in diretta su Radio1: «La voglia e la speranza è di poter tornare ad allenarsi e a giocare ed è per questo che si stanno anche cercando le modifiche regolamentari per poter andare oltre il 30 giugno con il campionatoSappiamo che almeno per la Serie A serviranno più o meno 45 giorni e le settimane di preparazione per poter concludere tutto. Se si ha questa prospettiva siamo contenti di ripartire il prima possibile. Di sicuro se così sarà avremo un campionato compresso per finire la stagione e decretare i verdetti sul campoCome sindacato rappresentiamo tutti i calciatori. Più della metà dei giocatori di Lega Pro, senza dimenticare la serie D, con lo stipendio paga l’affitto, i mutui e mantengono la famiglia, non percepiscono le cifre che uno immagina».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy