Serie A, Rezza (ISS): «Decisione di far ripartire è questione politica»

© foto @calcionews24

Serie A, le parole del direttore del Dipartimento di Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità Giovanni Rezza

Giovanni Rezza, direttore del Dipartimento di Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, è intervenuto ai microfoni di Radio Radio parlando anche della possibile ripresa della Serie A.

«Mi sembra che gli allenamenti riprendano, il dubbio è sul campionato. Del resto anche a livello europeo non mi pare ci sia una posizione univoca. Il Comitato tecnico scientifico può dare indicazioni sul protocollo della Federcalcio e dire se è migliorabile, ma la decisione è politica. Io non posso parlare a nome del Comitato tecnico scientifico  anche perché non mi sembra sia stata presa una decisione definitiva. Nel protocollo Figc c’erano molti aspetti sicuramente fatti bene, dopodiché non è possibile portare il rischio contagio a zero in uno sport con contatto fisico. Ecco perché deve decidere la politica. Nel calcio ci sono 22 giocatori, poi altre duecento persone attorno e indirettamente sono coinvolte anche le famiglie: va valutato se il rischio è accettabile. Il medico non farebbe mai ammalare nessuno, mentre la politica può fare la sintesi tra i bisogni delle persone, dell’economia e della salute».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy