Serie A, ecco le misure di sicurezza delle partite a porte chiuse

Lazio-Udinese
© foto www.imagephotoagency.it

Serie A, disposte le misure di sicurezza delle partite a porte chiuse, valide per le prossime giornate del campionato fino al 3 aprile

Dopo l’ufficialità delle partite a porte chiuse, quest’oggi la Lega Serie A, attraverso un comunicato apparso sul sito ufficiale, ha disposto le misure di sicurezza, valide per i match in programma fino al 3 aprile. Particolare attenzione al big match di domenica sera JuventusInter.

Tutte le società devono disporre di un servizio medico sanitario dotato di scanner per la rilevazione della temperatura agli ingressi dello stadio da tutti i soggetti autorizzati; un documento riassuntivo con tutte le norme igienico-sanitarie in ciascun impianto sportivo e una modulistica che certifichi che tutti i soggetti ammessi all’interno dell’impianto abbiano seguito le misure di prevenzione necessaria. Oltre ai calciatori e ai direttori di gara e agli altri componenti dello staff tecnico e dirigenziale delle due squadre, sono ammesse le seguenti categorie di soggetti:

  • I raccattapalle, i manutentori del campo, gli operatori di pulizia delle aree interessate;
  • Gli incaricati della Porcura Federale, i Delegati Lega, i Medici Anti-Doping e i rappresentanti della Commissione Federale Anti-Doping;
  • Gli Addetti alla Sicurezza Pubblica, gli steward, i VVF e gli operatori di Pronto Soccorso;
  • Gli operatori televisivi e i giornalisti delle sole emittenti titolari dei diritti di trasmissione dell’evento live
  • I fotografi ufficiali e i social media manager di entrambe le squadre;
  • Gli operatori dell’informazione (giornalisti e fotografi) in un numero massimo di 50 unità.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy