Serie A, la posizione dell’AIC: «Oggi abbiamo giocato ma dobbiamo fermarci»

tommasi
© foto www.imagephotoagency.it

L’Associazione italiana calciatori ha reso nota la sua posizione dopo la disputa delle prime partite programmate per oggi

Il calcio è in pieno caos: la Serie A è slittata solo di 75 minuti, visto che Parma-Spal è iniziata alle 13:45. Il ritardo è dovuto all’indecisione da parte del Governo di sospendere o meno il campionato. L’AIC, Associazione Italiana Calciatori, ha reso nota la sua posizione dopo le dichiarazioni che minacciavano uno sciopero dei giocatori per via della decisione presa. Ecco il comunicato:

«I campionati vanno fermati. Il segnale che le istituzioni sportive danno è pessimo. È pericoloso viaggiare da e per le zone rosse, è pericoloso giocare a calcio, è pericoloso salutarsi. Le squadre oggi stanno purtroppo scendendo in campo per dovere nei confronti di chi non ha il coraggio di decidere che il calcio non può avere deroghe contro il Coronavirus. Martedì ci sarà il consiglio federale, ci aspettiamo una cosa sola, la sospensione dei campionati fino a quando non ci saranno le condizioni per giocare».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy