Serie A a sostegno dei bambini rifugiati con la campagna «Mettiamocela in testa»

© foto @Juventusnews24

Serie A, in occasione dei quarti di finale di Coppa Italia ecco l’iniziativa «Mettiamocela in testa» in favore dei bambini rifugiati

In occasione dei quarti di finale di Coppa Italia (28 e 29 gennaio) e della 22ma giornata di Serie A Tim (1, 2 e 3 febbraio) in collaborazione con la Lega Serie A verrà promossa la Campagna “Mettiamocelo in testa” di UNHCR – Agenzia ONU per i rifugiati per raccogliere fondi da destinare all’istruzione dei bambini rifugiati.

Nel corso dell’ultimo anno accademico, oltre 3,7 milioni di bambini rifugiati in tutto il mondo non hanno avuto la possibilità di andare a scuola. Ma un bambino rifugiato che non va a scuola non rischia di perdere l’anno, ma la vita. Secondo il rapporto dell’UNHCR Stepping Up: Refugee Education in Crisis, dei 7,1 milioni di bambini rifugiati in età scolare, più della metà non vanno a scuola. Eppure, per la sopravvivenza di un bambino rifugiato, la scuola è centrale al pari di una tenda dove ripararsi, del cibo o delle cure mediche. Con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza decisiva dell’istruzione per il futuro di milioni di bambini rifugiati e di garantire loro accesso ad un’istruzione di qualità, dal 26 gennaio al 16 febbraio 2020 l’UNHCR lancia la quarta edizione della campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Mettiamocelo in Testa. Un bambino rifugiato che non va a scuola non rischia di perdere l’anno, ma la vita” che si potrà sostenere con un sms o chiamata da rete fissa al numero solidale 45588.

Lega Serie A ha deciso di sostenere anche quest’anno la Campagna di raccolta fondi “Mettiamocelo in testa” invitando tutti i tifosi a sostenere UNHCR con una semplice donazione attraverso un SMS o una chiamata da numero fisso al 45588. Con un sms da 2 euro si garantisce un mese di scuola a un bambino rifugiato.

Testimonial dell’iniziativa sono ancora una volta 2 grandi del calcio italiano: Demetrio Albertini e Giuseppe Bergomi, ai quali quest’anno si sono aggiunti l’altro veterano azzurro Alessandro Costacurta, il centrocampista dell’Inter Kwandwo Asamoah e la schiacciatrice dell’Imoco Volley e dell’Italia Miriam Sylla.

Per garantire ai bambini rifugiati in 12 Paesi – Siria, Iran, Ciad, Pakistan, Yemen, Etiopia, Malesia, Kenya, Uganda, Ruanda, Sud Sudan, Ciad, Sudan – l’istruzione, proteggerli dalla violenza e aiutarli a crescere e a superare il trauma della guerra e della fuga, si può sostenere la campagna “Mettiamocelo in Testa” dal 26 gennaio al 16 febbraio 2020 con una chiamata da rete fissa o un sms al numero solidale 45588. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, iliad, Coop Voce, Tiscali oppure di 5 euro per le chiamate da rete fissa Vodafone, TWT, Convergenze, PosteMobile, di 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb e Tiscali.

 

UNHCR  –  Mettiamocelo in testa

Dona adesso al 45588

SMS 45588

#UNHCR

#mettiamocelointesta