Segreti e principi della Lazio targata Inzaghi: dal 1 agosto un nuovo regolamento

inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Inzaghi ha un gruppo compatto ed armonioso: per far in modo che nessuno sgarri, dal 1 agosto è entrato in vigore un nuovo regolamento

La Lazio continua a lavorare in quel di Walchsee ma, come anticipato, non mancano momenti di relax e divertimento tra i membri del gruppo guidato da Simone Inzaghi. Dopo il ‘battesimo’ di Lucas Leiva nella cena di squadra di qualche giorno fa, anche Simone Palombi è entrato ufficialmente nel gruppo della prima squadra: il centravanti di Tivoli è stato costretto a cantare e ha scelto Alba Chiara di Vasco Rossi. Più avanti forse si affronteranno i malumori di chi non si sente parte del progetto ma, ad oggi, i ragazzi hanno dimostrato compattezza, voglia di lottare per i medesimi obiettivi, consapevolezza nei traguardi da raggiungere. Quest’anno, anche per non intaccare l’armonia presente nello spogliatoio, lo staff tecnico biancoceleste ha deciso di introdurre un nuovo regolamento. Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, dal 1 agosto i giocatori della Lazio dovranno seguire numerose ‘leggi’, 19 per la precisione. Il documento, inviato via mail o stampato e consegnato ai calciatori, è stato votato all’unanimità. I precetti non dovranno essere violati, altrimenti ci saranno delle multe: si va dai 50 euro per un ritardo a salire. Inoltre, è stata creata una cassa comune, tenuta dal club manager Peruzzi: tutte le sanzioni verranno devolute in beneficenza.

I PRINCIPI – Ai beniamini dei tifosi biancocelesti è richiesta puntualità, rispetto degli orari, telefonino spento a tavola o sul pullman, obbligo di indossare sul lavoro il materiale tecnico fornito dalla società, vietate le ciabatte fuori dalla camera. Il codice contiene norme anche a proposito degli interventi sui social e del rapporto con media e procuratori. Per ultimo, bisognerà accettare le scelte tecniche dell’allenatore. Saranno punite risse tra i membri del gruppo o le contestazioni nei confronti del tecnico.