Scudetto 1915, il parallelismo con quello del 2020. Mignogna risponde

scudetto 1915
© foto Lazio News 24

Il giornale inglese The Guardian sostiene la tesi del portavoce biancoceleste ma l’avvocato ha inviato una lettera per delle precisazioni

Se ne era già sentito parlare visto che anche Arturo Diaconale, portavoce della Lazio, ne aveva già parlato: l’assegnazione dello Scudetto del 1915 al Genoa e le vicende di questa strana stagione di Serie A 2019/20 avrebbero delle analogie. Ma non è così, come sostiene l’avvocato Gian Luca Mignogna a capo del Comitato Promotore per l’assegnazione dello Scudetto 1915 ex aequo tra Lazio e Genoa, che deve precisare le affermazioni del The Guardian.

Il giornale inglese prende come spunto anche le parole di Diaconale e scrive così:

«Ci sono molti sostenitori della Lazio, tuttavia, che condividono almeno una parte del ragionamento di Diaconale. La squadra di Inzaghi ha giocato brillantemente in questa stagione, preparandosi ad affrontare la propria lotta scudetto più avvincente a partire dal 2001. Non serve inoltrarsi in teorie del complotto per comprendere la frustrazione dei tifosi nel vedere che, per la seconda volta nella storia della Lazio, un’altra grande stagione potrebbe restare incompiuta a causa di eventi al di fuori del controllo di chiunque». 

MIGNOGNA RISPONDE – Questa è la lettera inviata dall’avvocato al giornale di Manchester per fare delle precisazioni:

«”Spettabile “The Guardian”
Il mio nome è Gian Luca Mignogna, sono l’avvocato che sta combattendo per i tifosi della Lazio la battaglia per l’assegnazione “ex aequo” dello Scudetto 1915 a Lazio e Genoa.
Innanzitutto mi preme ringraziarvi, come prestigioso quotidiano inglese, per aver citato il mio nome ed aver dato spazio alla battaglia di cui mi sto occupando. Devo precisarVi, però, che la mia battaglia per lo Scudetto 1915 é oramai iniziata da quasi cinque anni, ossia dal 24 Maggio 2015 giorno del centenario dell’inizio per l’Italia della prima guerra mondiale.
La mia è una battaglia per la giustizia, per la verità, per la storia e per l’etica. In questi anni la mia equipe ed io abbiamo scoperto tanti documenti, molti ufficiali, che attestano che la Federazione Italiana non ha mai adottato la delibera di assegnazione dello Scudetto 1915 a favore del Genoa. La storiografia ufficiale ha tramandato questo falso, strumentalizzando la verità o quantomeno equivocando il regolamento dell’epoca che sono riuscito a ritrovare. In realtà la Federazione Italiana, tra il 1919 ed il 1921, si limitò ad attribuire al Genoa il titolo di Campione Settentrionale, non quello di Campione Nazionale, e infatti nell’Annuario Ufficiale del Calcio Italiano edito nel 1928 il Campionato Nazionale 1914/15 risultava ancora “sospeso”. A questo c’è da aggiungere che se “La Gazzetta dello Sport” era l’organo ufficiale della F.I.G.C per l’Italia Settentrionale, noi abbiamo scoperto che “L’Italia Sportiva” ne era l’organo ufficiale per l’Italia Centro-Meridionale. Ebbene, proprio su tale ultimo quotidiano (cessato nel 1923) ad ottobre del 1920, a differenza di quanto riportato nel Vostro articolo, si dice “nero su bianco” che la Lazio 1914/15 fu Campione Centro-Meridionale e, pertanto, unico club realmente qualificato all’indisputata Finale Nazionale 1914/15 (sospesa dalla guerra). Già nel 2016 la Federazione Italiana ha nominato una Commissione di Esperti che ha​ dato ragione alle mie tesi, ammesso l’errore ultracentenario e stabilito che l’unico rimedio possibile per sanare questa ingiustizia è l’attribuzione dello Scudetto 1915 a “pari merito” a Lazio e Genoa, in pieno rispetto dei valori giuridici, sportivi e olimpici. La questione è molto complessa, come al solito in Italia la verità è molto osteggiata, ma sarebbe importante che almeno “The Guardian” ne parlasse in modo chiaro, inequivoco e oggettivo. Io sono a disposizione per ogni chiarimento, ma frattanto tutta la vera Storia di questa vicenda e tutti i documenti scoperti sono​ consultabili nella Categoria “Scudetto 1915” del website italiano www.laziostory.it, di cui sono Direttore Editoriale.
Ringraziandovi sin da subito. Cordialmente. Roma, 18 Marzo 2020. Avv. Gian Luca Mignogna». 

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy