Connettiti con noi

Europa League

Sarri: «Siamo cresciuti tanto, ma la simulazione che diventa rigore…»

Pubblicato

su

Maurizio Sarri ha parlato nel post partita di Lazio-Porto: queste le dichiarazioni del tecnico della Lazio

Maurizio Sarri ha parlato nel post partita di Lazio-Porto. Queste le dichiarazioni del tecnico della Lazio.

GARA – «Abbiamo fatto una buona partita, bastava pareggiare sette-otto minuti prima e poteva passare il turno».

PORTO E DOPPIO IMPEGNO- «Sapevamo di affrontare una squadra forte, lo scorso anno ha fatto i quarti di Champions e ha eliminato in pochi mesi Juve e Milan però in queste due partite abbiamo dimostrato di essere alla pari. Prendiamo l’aspetto positivo, la squadra è in grande crescita e finalmente potremo allenarci un pò di più. Per essere competitivi su tutti e due i fronti diventava complicato con 4-5 infortunati, però se la casa nei prossimi 2-3 mesi continuava a crescere potevamo reggere il doppio impegno».

ASPETTI POSITIVI- «Uno degli aspetti più positivi è che questa squadra comincia a dare la sensazione di essere diventato un gruppo, hanno obiettivi che sono coinvolgenti per tutti e sono disposti a lottare. Salto di qualità importante, ora dobbiamo pensare ad una partita che arriva tra tre giorni. Speriamo di arrivarci pronti dal punto di vista mentale che è l’aspetto predominante rispetto a quello fisico».

MIGLIORAMENTI- «Noi siamo migliorati anche a livello difensivo, poi diventare una squadra molto solida non lo so, questo è un difetto che abbiamo. Negli uni contro uno abbiamo la peggiore prestazione di tutte e 20 le squadre di Serie A in tutte le zone del campo. Questo dipende dalle caratteristiche individuali dei giocatori. Cercheremo di migliorare ma mi sembriamo in crescita anche in questo aspetto».

Sarri a Lazio Style Channel

GARA – «Abbiamo fatto una buona partita sotto tutti i punti di vista, anche quello caratteriale. Abbiamo preso dua pali, traversa, ci hanno annullato due gol. Primo caso in Europa dove una simulazione diventa rigore, io ero dietro al monitor, non si può decretare un rigore da femro immagine, così è sempre rigore. Fanno bene a protestare contro il VAR. Il piede di Milinkovic non si muove mai verso il giocatore e la gamba del giocatore si muove verso Milinkovic, è simulazione».

LUIS ALBERTO – «Era dispiaciuto negli spogliatoi, ripete “dovevo fare gol”. Sono contento di aver visto l’Olimpico pieno, perchè i tifosi ci hanno dato un apporto forte, mi dispiace per loro. Sono soddisfatto però perchè la squadra è migliorata molto caratterialemente. Ora lavoreremo per una partita a settimana».

IMMOBILE E PEDRO – «Parlando con Ciro, mi ero reso conto che voleva e poteva farcela. La situazione di Pedro si è evoluta nelle ultime 24 ore, perchè ieri mattina eravamo tuti convinti che non potesse farcela».

NAPOLI – «Partita brutta, perchè sia noi che loro veniamo da partite dispendiose. Chi recupererà più energie mentali e nervose sarà avvantaggiato».

DIFESA – «Il Porto è una squadra con qualità di assoluto livello e non concedere è tanta roba. La fase difensiva non è stata scadente, abbiamo fatto qualche errore e dispiace perchè è stata di livello».

CABRAL – «Lo tenevo lì in previsione dei supplementari, ieri l’ho provato esterno, ma è un ruolo che ieri gli creava difficoltà tattiche. Immobile venendo da uno stop poteva essere cambiato e lo avrei messo al suo posto».