Roma, ennesimo scempio contro Paparelli: «Spengo la luce e accendo il razzo» – FOTO

© foto Facebook

Nella notte è andato in scena l’ennesimo gesto vigliacco contro Paparelli: apparsa a Roma una scritta che ha lasciato senza parole il figlio Gabriele

Ci risiamo. Ennesimo gesto vigliacco nei confronti della famiglia Paparelli. Questa notte a Roma è apparsa una scritta: «Spengo la luce e accendo il razzo», chiaro riferimento al sostenitore della Lazio ucciso nel 1979. Probabilmente qualche tifoso (anche se questo non è l’aggettivo corretto da attribuire a gente che commette atti simili) non ha digerito lo sfottò iniziato dalla Curva Nord in occasione del derby d’andata di Coppa Italia e sarebbe uscito fuori dagli schemi con questa scritta infelice. Basito anche il figlio di Vincenzo Paparelli, Gabriele, che sul proprio profilo Facebook ha commentato in modo sarcastico: «Ma dico io… si può sporcare un muro con una bomboletta spray? Almeno lo potevano scrivere su carta!». L’uomo sembra quasi essersi ormai abituato, non è infatti la prima volta che accade qualcosa del genere, si spera però questa sia l’ultima occasione in cui ci si debba trovare a leggere tali scritte.

paparelli
Facebook