Connettiti con noi

News

Rocchi: «A Roma il derby si vive sempre, è qualcosa che va oltre»

Pubblicato

su

Tommaso Rocchi ha ricordato i suoi gol nei derby e provato a spiegare le emozioni di una gara così importante

Tommaso Rocchi conosce bene il derby di Roma. Nella sua carriera alla Lazio, ha segnato 5 gol ai giallorossi, diventando così il secondo miglior marcatore della stracittadina capitolina. L’ex centravanti ha provato a spiegare le emozioni di questa gara nel match program, pubblicato dal sito ufficiale:

SECONDO MARCATORE NEI DERBY – «Sono orgoglioso di questo, il derby è una partita speciale che ho sempre sentito molto. L’ho vissuta in modo diverso dalle altre partite, sicuramente il fatto di aver segnato 5 gol è una grande soddisfazione, la porto dentro. Li ricordo tutti con grande affetto. Abbiamo sempre affrontato la Roma al massimo, centrando vittorie ancora più speciali visto che i giallorossi durante il mio periodo lottavano spesso per lo scudetto».

GOL PREFERITO – «Difficile rispondere perché tutti hanno rappresentato un sapore particolare. Il 3-1 del 6 gennaio 2005 fu però indimenticabile: segnai al debutto, aiutando la Lazio a vincere un derby dopo quasi cinque anni. Avevamo appena cambiato allenatore, eravamo in una situazione di classifica difficile ma dimostrammo di voler vincere a tutti i costi, un ricordo indelebile».

PREPARAZIONE – «La tensione prima di un derby si sente ed ognuno la gestisce in base alle proprie emozioni. L’ho sempre vissuta come un qualcosa che va oltre, i tifosi mi hanno sempre dato una carica in più. Trasformavo così la tensione in energia, cercando di trasportarla in campo. Dopo i derby disputati di sera cercavo poi di smaltire l’adrenalina perché è una partita che ti dà e toglie tanto, ma fa parte del gioco».

PORTE CHIUSE – «Sarà anomalo viverlo cosi. Mi dispiace perché i tifosi, soprattutto in partite come queste, li senti e ti danno tanto, la loro spinta ti aiuta ad andare oltre per centrare la vittoria. Sarà un derby diverso, spero che tutto tomi alla normalità prima possibile».

DERBY DI MILANO – «Tutti i derby sono belli ma c’è una grande differenza, dovuta a quello che trasmette l’esterno. A Roma il derby lo vivi sempre ed ovunque, soprattutto durante la settimana ed il giorno dopo: ti viene trasmesso appena arrivi, lo senti subito dentro e lo vivi sul campo».

Advertisement