Connettiti con noi

Hanno Detto

Rocchi: «Comunicazione arbitro-Var? Ecco cosa spero»

Pubblicato

su

Ai margini dell’evento del nuovo Centro Var di Lissone l’ex arbitro Gianluca Rocchi ha detto la sua sull’utilizzo del Var

Nella giornata di oggi si è svolta a Lissone l’inaugurazione del nuovo Centro Var. A margine dell’evento è intervenuto l’ex arbitro e attuale designatore della Serie A, Gianluca Rocchi:

VAR – “Sarebbe folle solo pensare che un arbitro si rifiuti di andare al Var, se lo scoprissi quell’arbitro non arbitrerebbe più. È impossibile si rifiuti di andare al monitor, sarebbe scorretto. Essendoci stati episodi in cui la soggettività era la parte principale, bisogna accettare il fatto che l’arbitro la valuti diversamente rispetto alla maggioranza delle persone”.

 HANDANOVIC –  Sul rosso non dato al portiere dell’Inter: “È soggettivo, va lasciato all’interpretazione dell’arbitro in campo. Sui rigori abbiamo chiesto di tenere una soglia molto alta, vogliamo rigori molto molto seri. Arbitro penalizzato più va al Var? Se ci va e non cambia una decisione che è da correggere viene penalizzato due volte. Certo, se si perde due rigori non avrà il massimo dei voti, ma se ci va e li corregge avrà comunque una buona valutazione. Se di quei due uno decide comunque di non darlo diventa una prestazione molto negativa”

COMUNICAZIONE – “Sul rapporto comunicativo tra arbitro e Var: “Spero di poter fare ascoltare presto il tutto. A volte si chiede ai direttori di gara di non concedere determinati rigori”

Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.