Rizzolo: «La Lazio dev'essere brava ad attaccare quando gli esterni salgono»
Connettiti con noi

Hanno Detto

Rizzolo: «La Lazio dev’essere brava ad attaccare quando gli esterni salgono»

Pubblicato

su

Rizzolo: «La Lazio dev’essere brava ad attaccare quando gli esterni salgono». Le parole l’ex attaccante biancoceleste

Ai microfoni di Lazio Style Channel l’ex attaccante della Lazio dal 1986 al 1989, Antonio Rizzolo, oggi allenatore della Sampdoria U-18, ha presentato la sfida tra l’Inter e gli uomini di Sarri.

PAROLE– «Lukaku a livello mentali si è ripreso, d’altronde un giocatore come lui non può perdere le sue qualità. Lautaro dopo il Mondiale è tornato alla grande, poi ha pagato qualcosina, ma resta forte. La Lazio risponde con due esterni importanti nell’uno contro uno che spingono gli avversari a essere più cauti nel salire. Poi c’è Immobile che permette di avere più profondità e non solo il palleggio come con il falso nueve. I duelli sulle fasce saranno importanti, Inzaghi difende a cinque, quindi la Lazio dev’essere brava ad attaccare quando gli esterni salgono. E’ chiaro, però, che oggi a una mossa c’è una contro mossa. Io mi aspetto un Inter carica dopo la qualificazione in Coppa Italia, ma sicuramente l’Inter ha una rosa così ampia che può cambiare e restare competitivo. Quello che conta, comunque, è che quando noi ci siamo, siamo competitivi »

SARRI E INZAGHI– «Inzaghi? Mi fanno ridere i commenti: è in semifinale di Champions League e in finale Coppa Italia, ti porta tra le prime sei, cosa gli si vuole dire. Sarri, di contro, ha plasmato la squadra su di lui. Secondo me bisogna fare uno step, deve eliminare gli alibi: una grande squadra lo dev’essere in tutto, senza attaccare gli arbitri. Sarri ha dimostrato che quando gioca bene questa squadra è fortissima e ha un grande potenziale. Sicuramente una città come Roma non aiuta nel fare questo step, però dobbiamo guardare in casa nostra e non pensare che ce l’hanno tutti con noi »

SU PELLEGRINI– «Pellegrini è un terzino molto di spinta, ma meno dotato difensivamente. Lo vedo dentro l’ambiente, mi sembra che ha voglia di mettersi in mostra. E’ arrivato in un contesto in cui entrare a stagione in corso non è semplice. Ora deve trovare continuità di gioco, cosa che fino a oggi non ha avuto per ovvi motivi »

Copyright 2024 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.