Rinnovo Caceres, cambiano le regole: basta un’altra presenza per il prolungamento

uruguay
© foto www.imagephotoagency.it

Contrariamente a quanto si pensava, Martin Caceres non dovrà giocare metà delle gare in calendario per ottenere il rinnovo: basterà un’altra presenza per il prolungamento

Caceres, il rinnovo è ad un passo? Proprio così. All’uruguaiano bastano 7 presenze per il prolungamento automatico. Prima si pensava che sarebbe dovuto arrivare a metà delle partite in calendario per continuare la sua esperienza in biancoceleste, ma questa mattina il Corriere dello Sport ha diffuso la notizia. Attualmente a quota 6 match giocati, già contro la Sampdoria il difensore potrebbe arrivare al numero richiesto per il rinnovo contrattuale. E se non scenderà in campo dal 1′, avrà comunque altre quattro partite a disposizione per garantirsi l’accordo senza doverlo trattare. Inoltre, se nel corso della prossima stagione giocherà il 50% delle partite totali l’accordo si rinnoverà ancora fino al 2020. La decisione del club mostra che ‘El Pelado’ occupa un posto importante nei progetti futuri della Lazio: Lotito ed Inzaghi non vogliono privarsene.

FIORENTINA – Contro la Fiorentina Caceres è riuscito ad andare a segno, siglando il primo gol con l’Aquila sul petto. Togliendo l’ultimo match, non scendeva in campo in campionato dal 5 febbraio. La concorrenza e una condizione non ancora al top hanno condizionato il suo rendimento. Con la rete del Franchi, però, ha dato un segnale forte. Caceres c’è e vuole dimostrare a tutti i tifosi biancocelesti il suo valore.

 

Articolo precedente
Fiorentina, Antognoni: «La Lazio si lamenta? Anche noi! Sul fallo da rigore su Biraghi…»
Prossimo articolo
lazio giacomelli varClass Action, nessuna risposta dell’AIA all’atto di diffida: i prossimi step