Connettiti con noi

2014

Riecco Candreva, Pioli può sorridere

Pubblicato

su

Antonio Candreva è pronto per tornare a guidare la Lazio. Come scrive Il Tempo, l’infortunio è alle spalle, la delusione per i mugugni della società anche. Stefano Pioli può sorridere: la sosta natalizia ha restituito al tecnico emiliano il centrocampista romano, esaltato nella prima parte della stagione tanto da meritare il sognato rinnovo del contratto ma bacchettato nelle ultime uscite prima dello stop, contro Juventus e soprattutto Chievo. Dopo la delusione del Bentegodi, Candreva non ha accolto con gioia le parole di Pioli (“Antonio si stava lentamente spegnendo e alla squadra serviva più brillantezza“) e il malcontento della società, sempre esigente nei confronti del romano e ancor più dopo avergli garantito un ingaggio da due milioni a stagione fino al 2019. In silenzio, però, il ragazzo di Tor de’ Cenci ha lavorato sul campo, anche alla vigilia di Natale, per recuperare in fretta dal problema muscolare alla coscia sinistra. Obiettivo centrato: gli esami svolti ieri alla Paideia hanno confermato il pieno recupero del centrocampista, arruolato nel pomeriggio (come il ritrovato Miroslav Klose) per l’allenamento con la squadra e pronto per la sfida alla Sampdoria. Anche se in verità lunedì Candreva potrebbe partire dalla panchina. Gennaio sarà un mese duro per la Lazio con quattro scontri diretti in fila (Roma, Napoli e Milan dopo la Samp senza dimenticare la Coppa Italia contro il Torino) e Pioli vuole evitare rischi. Oltretutto in questo momento la Lazio può contare su un Felipe Anderson in grande spolvero, reduce dalla doppietta di San Siro. Difficile togliere il brasiliano, altrettanto privarsi di Stefano Mauri: a Milano il capitano non ha brillato, ma per Pioli è fondamentale dal punto di vista tattico. E allora Candreva potrebbe avere qualche giorno in più per recuperare la forma e presentarsi al meglio al derby dell’11 gennaio.