Connettiti con noi

2013

Reja tra presente e futuro: tutti i dettagli del ritorno

Pubblicato

su

La firma arriverà stasera sul contratto che lo legherà alla Lazio fino al 2015 (per ora c’è solo quella su un fax), domani invece l’approdo a Formello e l’annuncio ufficiale: Edy Reja torna sulla panchina biancoceleste, ma non in veste di traghettatore. “L’accordo è totale”, ha precisato il tecnico goriziano, che percepirà 500 mila euro per i prossimi sei mesi e 900 per la stagione successiva. Reja, inoltre, avrà carta bianca nello spogliatoio, quindi non ci sarà alcuna ingerenza tecnica. La sua permanenza alla Lazio, dunque, non è in discussione, ma non è così scontato che la prossima stagione sarà ancora allenatore, perché la società biancoceleste sta pensando a lui anche dietro ad una scrivania: nell’ottica di un ampliamento dei quadri dirigenziali, si è parlato nei contatti telefonici anche di un futuro da dirigente, magari da direttore dell’area tecnica.

Lunedì la ripresa degli allenamenti con Reja al timone, poi arriverà la scelta dello staff. Il ritorno di Reja potrebbe stravolgere anche le strategie biancocelesti in sede di calciomercato: premesso che il diktat resta lo stesso, “si compra se si vende”, l’allenatore potrà valutare quali giocatori promuovere, quali bocciare e indicare quali potrebbero servire. I giocatori a cui Reja non vorrebbe rinunciare sono Biava, Konko, Radu, Ledesma, Klose e Candreva, la vecchia guardia per intenderci, mentre André Dias, che è dato per partente a gennaio, sarà tolto da mercato, inserito nella lista Uefa e non è escluso che possa rinnovare il contratto. Presa ferma anche su Marchetti e Gonzalez, su cui c’era qualche movimento. Rimanendo in tema spogliatoio, Reja dovrà risolvere il rebus Hernanes, che potrebbe partire se arrivassero proposte vicine ai 20 milioni di euro e che è nel mirino di Tottenham, Arsenal, Atletico Madrid, Milan e Inter. Il brasiliano sarà chiamato a svolgere il ruolo di trequartista, che non gli piace, e dunque aumentano le possibilità che parta. Reja chiederà uno sforzo al presidente Claudio Lotito in attacco: il sogno è Fabio Quagliarella, per il quale la Lazio ci riproverà a gennaio, potrebbe esser dato l’assalto a Denis, ma il Milan potrebbe offrire uno tra Pazzini e Matri per arrivare a Hernanes o Marchetti, anche se difficilmente il patron aprirà a questo tipo di trattative. In uscita c’è anche Sergio Floccari, che in realtà non ha voglia di andar via.

Ma è grazie al plebiscito dello spogliatoio che Edy Reja è arrivato alla firma: ci sono state lunghe telefonate tra le vecchia guardia ed il tecnico nella speranza di ritrovarlo in panchina. La presentazione potrebbe slittare all’inizio del 2014, si attendono comunicazioni dell’ufficio stampa. Domani, intanto, è prevista anche una riunione con il direttore sportivo Igli Tare per individuare lo staff: Crialesi insidia Simone Inzaghi come vice, mentre il preparatore Bianchini e Fonte non si muoveranno. Manicone (vice di Petkovic) e Rongoni (il preparatore atletico) saranno licenziati, dato che faranno parte dello staff della Svizzera. E’ confermatissimo Adalberto Grigioni, il preparatore dei portieri. A sorpresa, eccone un’altra, resterà Jesse Fioranelli, match analyst di Petkovic, sarà utilizzato anche da Reja; resterà Corapi, il mental coach.