Connettiti con noi

News

Protocollo FIGC, Della Frera: «Domani risposta ufficiale dal CTS»

Jessica Reatini

Pubblicato

su

Protocollo Figc, le parole del membro della commissione medico-scientifica della FIGC Walter Della Frera

Il membro della commissione medico-scientifica Walter Della Frera è intervenuto ai microfoni di Radio Marte rivelando che domani ci sarà la risposta definitiva da parte del CTS sul protocollo per la ripartenza del calcio.

«Ottimista per il 28 maggio? Io lo sono vedendo come prosegue la situazione. La decisione ovviamente è politica, vediamo cosa si deciderà. Responsabilità dei medici sportivi? Noi abbiamo chiesto come FIGC all’INAIL la responsabilità del medico sociale, che è sempre stata presente perché cura i calciatori, solo in caso di dolo o colpa grave. Questa non è una cosa nuova, un medico sociale ha sempre avuto questa responsabilità. Di fronte al discorso COVID-19 è più alta ma nel nuovo protocollo redatto alla presenza del dott. Nanni, medico rappresentante i colleghi di Serie A, è stata introdotta questa responsabilità durante gli allenamenti e anche i medici della Serie A sembravano tranquilli da questo punto di vista».

«Prossimi step? Domani riceveremo la risposta ufficiale del CTS con il protocollo definitivo da validare. A parole, stando a Spadafora, non ci sono problemi ne troveremo delle modifiche, ma aspettiamo l’ufficialità della carta per validare il ritorno agli allenamenti di gruppo. Dopo lavoreremo al protocollo gare, non bisogna inventarsi niente, c’è lì la Germania come esempio. Non si tratterà di copiarli però, perchè in realtà avevamo fatto prima noi, solo che lì, con meno influenza del virus sul paese, hanno avuto prima l’ok dal governo rispetto a noi».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy
Advertisement

Lazio News 24 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.