Primavera – Lazio, manita al Napoli: primi 3 punti in cassaforte

primavera
© foto www.imagephotoagency.it

Lazio-Napoli, match delle ore 15 valido per la quinta giornata del Campionato Primavera 1 TIM

Un inizio di campionato tutt’altro che entusiasmante quello dei ragazzi di Bonatti, a differenza dei “grandi” della prima squadra. Dopo 4 giornate infatti la Lazio primavera è riuscita a conquistare solamente un punto, precisamente nella sfida in Friuli contro l’Udinese, terminata sullo 0-0. Evidenti problemi per le giovani aquile allenate dal tecnico bresciano, ancora impossibilitato nel convocare Maloku, Jorge Silva e Lukaj, tutti e tre in attesa del transfer, e trovandosi di fronte a delle scelte molto complesse considerando le assenze di Al Hassan e Mohamed Abukar. Andrea Bonatti per la sfida di oggi con il Napoli sceglie il 4-4-2 con Rus in porta, difesa formata da Spizzichino e Petro sulle fasce con Kalaj e Baxevanos centrali, centrocampo composto da Bari, Miceli, Marchesi e Javorcic con Rezzi e Sarac a costituire il reparto offensivo. Il match dello Stadio Mirko Fersini di Formello si conclude 5-0 in favore della Lazio: 12′, 14′ rig. Sarac, 28′ Bari, 35′ Baxevanos, 42′ Javorcic.

PRIMO TEMPO – Inizio molto propositivo da parte della Lazio, con Rezzi abbastanza attivo tra le linee partenopee. Al 7′ lancio lungo da parte della difesa laziale, palla messa fuori dalla contraerea campana e primo angolo per i biancocelesti. Poco dopo, Marchesi serve con un tempismo perfetto Bari che si inserisce in area, ma viene spinto e perde il controllo del pallone. Con una maggiore furbizia il talentuoso portoghese avrebbe potuto guadagnarsi il possibile rigore del vantaggio laziale. Vantaggio che arriva al 12′ minuto: Spizzichino serve perfettamente Sarac che a rimorchio ha tutto il tempo di calciare in porta la palla dell’1-0 in favore dei capitolini. Al 14′ rigore per la Lazio: Petro serve in area Sarac che viene messo giù. Con una freddezza glaciale l’austriaco di origine serba firma il 2-0 dal dischetto. Quattro minuti più tardi accenno di rissa tra Sarac e Schiavi, l’arbitro Massimi ammonisce entrambi per tentare di calmare gli animi bollenti. Al 28′ terza rete biancoceleste: Javorcic si prende gioco della difesa del Napoli, poi scarica per Bari che non può sbagliare; palla sotto l’incrocio e 3-0 per la Lazio. Lazio famelica! Al 35′ arriva anche il 4-0, con Baxevanos su cross di Miceli, il greco sigla il suo primo gol con la maglia biancoceleste. Punteggio quasi tennistico quello della Lazio, con il 5-0 firmato da Javorcic al 42′. La prima frazione si conclude con la manita messa a segno dalle giovani aquile.

SECONDO TEMPO – Il Napoli di Saurini inizia la seconda frazione con una mentalità apparentemente diversa, tutt’altro che arrendevole. Al 49′ Scarf riesce a sfondare lateralmente la difesa biancoceleste, poi il cross in area pesca Mezzoni che tenta la girata di testa, ma la palla esce di poco fuori. Al 57′ primo cambio tra le fila biancocelesti: esce Sarac, autore di una doppietta, ed entra Fidanza. Al 63′ Javorcic tenta la conclusione da fuori, tiro che esce di poco e si perde sul fondo. Quattro minuti dopo arriva l’espulsione di Abdallah per un brutto intervento sul capitano biancoceleste Miceli, rosso diretto per il ghanese. Al 75′ arriva il secondo cambio per la Lazio di Bonatti: entra Zitelli al posto di Spizzichino. Terzo ed ultimo cambio per le giovani aquile all’82’: esce Miceli tra gli applausi scroscianti del Fersini, ed entra il giovane Battistoni. Niente recupero, il match si conclude sul 5-0 per i capitolini.