Primavera – Coppa Italia, la Lazio non sa più vincere: sconfitta casalinga con il Bari

© foto www.imagephotoagency.it

Lazio-Bari, Primavera TIM Cup, ottavi di finale

La Lazio di Andrea Bonatti affronta quest’oggi alle ore 13:45 il Bari di mister De Angelis. I pugliesi arrivano da ben tre sconfitte consecutive mentre gli aquilotti dall’amaro pareggio casalingo con l’Hellas Verona. Il modulo scelto dal tecnico bresciano per la compagine biancoceleste è il solito 4-4-2: Rus tra i pali; Zitelli e Petro rispettivamente terzino sinistro e destro, come centrali di difesa troviamo Jorge Silva e Baxevanos; centrocampo composto da Aliaj, Miceli, Marchesi e Falbo; il reparto offensivo è costituito da Rezzi e Sarac, dopo l’avvio di partita trascorso in panchina contro l’Hellas Verona. Lazio-Bari 2-3 (36′, 64′ Sarac; 49′, 67′, 88′ Maffei).

PRIMO TEMPO – Avvio molto aggressivo dei galletti, con Di Cosmo che tenta la girata sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Rus manda sopra la traversa. Al 7′ arriva però una prima occasione per i biancocelesti: Aliaj entra in area e calcia, la conclusione sfortunatamente esce dopo una serie di rimpalli. Al 13′ grandissima occasione per la Lazio, Falbo su una palla alta stacca di testa ma l’estremo difensore pugliese salva tutto. I capitolini rischiano molto con l’impostazione dal basso, a causa del pressing alto effettuato dal Bari. i due centrali di difesa devono essere molto più rapidi e attenti. Al 25′ Rus si rende ancora protagonista di un ottimo intervento su Maffei. I pugliesi stanno dando del filo da torcere ai padroni di casa. Cinque minuti dopo arriva un’altra conclusione verso la porta di Rus, ma fortunatamente per i biancocelesti il tiro non trova lo specchio. Al 36‘ la Lazio passa in vantaggio con uno straordinario gol di Sarac, che dopo un dribbling mette la palla nell’angolino. Lazio-Bari 1-0. La prima frazione si conclude al 45′ senza recupero.

SECONDO TEMPO – Nella seconda frazione il Bari si propone immediatamente in avanti. Infatti 4 minuti dopo l’inizio della ripresa arriva il gol del pareggio pugliese: Maffei con un tiro spettacolare batte Rus, che non può arrivare. Dopo qualche brutta palla persa di troppo dalla difesa biancoceleste, ci pensa ancora Sarac ad illuminare il pomeriggio piovoso di Formello: al 64′ l’austriaco riceve palla da Miceli, che aveva effettuato più una conclusione che un passaggio, e di prima intenzione batte Zinfollino. Lazio-Bari 2-1. Al 66′ sciocchezza di Miceli: il ragazzo di Genzano entra in tackle su Manzari, ma il campo è bagnato. L’arbitro Rutella della sezione di Enna assegna il calcio di rigore in favore del Bari, ma la decisione è da rivedere. Rus riesce ad intercettare la conclusione, ma sulla ribattuta Maffei è il più rapido. Lazio-Bari 2-2. Un minuto dopo Bonatti effettua la prima sostituzione: entra Javorcic ed esce Petro. All’81’ Sarac tenta ancora la conclusione da fuori, il portiere pugliese si supera e la manda in calcio d’angolo. All’87’ contatto dubbio nell’area barese, l’arbitro lascia proseguire il gioco; proteste dei biancocelesti. Un minuto dopo arriva la doccia gelida per gli aquilotti: Dopo una serie di rimpalli Maffei batte Rus e mette dentro la rete del sorpasso. Lazio-Bari 2-3. All’89’ secondo cambio per la Lazio: esce Marchesi ed entra Al Hassan. Il match del Fersini termina al 90’+5′: Lazio-Bari 2-3.