Lazio, Poli: «Ho sempre ammirato Caicedo. Ripresa? Un bel segnale»

© foto As Roma 07/12/2019 - campionato di calcio serie A / Lazio-Juventus / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: esultanza gol Felipe Caicedo

L’ex giocatore della Lazio ha voluto esprimere tutta la sua ammirazione verso Felipe Caicedo, parlando poi anche della ripresa del campionato

Felipe Caicedo è stata una pedina molto importante all’interno dello scacchiere biancoceleste quest’anno: gol pesanti e tanto sacrificio che lo hanno reso uno degli uomini copertina della Lazio.

Anche l’ex Poli crede che il Panterone sia fondamentale. Ecco le sue parole sull’attaccante biancocoeleste e non solo alla radio ufficiale laziale: «L’uomo copertina finora è stato Caicedo, l’ho sempre ammirato. Fa parlare i fatti, si è sempre fatto trovare pronto per la squadra. Ha anche segnato gol pesanti, bravo Inzaghi a tenerlo la scorsa estate. Felipe partecipa tantissimo al gioco, non ha mai realizzato tanti reti in carriera solo perché ha sempre messo al centro la squadra. Immobile è invece più bomber».

SQUADRA – «Sono felice per il recupero di Leiva, si è confermato un signor giocatore. Regala equilibrio come nessun altro. Andrà però gestito, soprattutto nelle gare ogni tre giorni in piena estate. Ha molta classe, va dosata nei momenti chiave. Per fortuna dietro ha due garanzie come Cataldi e Parolo. Peccato per l’infortunio di Lulic, anche se Marusic e Jony hanno dimostrato affidabilità».

SERIE A – «La ripresa? E’ un bel segnale, finire il torneo è importante. Andrà analizzato il fattore psicologico, ma ho apprezzato l’unione vista tra squadre e società. Sarà un’estate diversa. Sicuramente la Lazio ha pochi dubbi, segno che si crede ancora in questi calciatori. Non c’è bisogno di cambiamenti, anche perché sarà un mercato strano e con pochi movimenti».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy