Connettiti con noi

Archivio

Grandoni: «Felice per Simone Inzaghi. Acerbi tra i migliori in Italia»

Pubblicato

su

Il doppio ex della sfida Alessandro Grandoni ha parlato alla vigilia di Lazio Milan: queste le sue dichiarazioni

Il difensore Alessandro Grandoni, ex sia di Lazio che di Milan, ha analizzato il match il programma domani allo stadio Olimpico. Queste le sue parole, contenute nel match programma della società biancoceleste.

IL RICORDO – «Ricordo benissimo il mio primo gol in Serie A, realizzato con la maglia della Lazio contro il Milan il 5 gennaio 1997. Fu una grandissima emozione. C’erano tante assenze e dietro giocammo io e Fish, mentre davanti alla difesa c’era un altro giovane come Baronio. Ogni tanto, quando ho nostalgia, mi rivedo quel gol e la mia esultanza sotto la Nord, che mi costò anche un’ammonizione».

TRIONFO – «Contro il Milan io ho comunque tanti ricordi positivi. Nella finale di Coppa Italia, perdemmo 1-o all’andata. Al ritorno giocai dall’inizio, ma uscii per fare spazio a Gottardi, protagonista della rimonta e della vittoria. Quella è stata una delle giornate più belle della mia carriera».

INZAGHI E PIOLI – «Simone, fin da calciatore, era informato su tutti gli avversari per affrontarli nel miglior modo possibile. Già all’epoca si percepiva una sorta di grande capacità tattica. Devo dire che sono contento per lui. Ha fatto una lunga gavetta e si è meritato ciò che ha ottenuto. Pioli? Anche lui sta raccogliendo i frutti del suo lavoro. Sono felice anche per lui, perché è una persona pulita e limpida».

ACERBI – «Lui, come ha ammesso, ha subito il passaggio in una grande squadra come il Milan. Poi ha comunque trovato la forza per superare i momenti difficili. Ora gioca con una grande forza mentale ed è uno dei migliori in Italia».

Advertisement