Connettiti con noi

Hanno Detto

Giallombardo: «Lazzari è cresciuto moltissimo. E su Inzaghi…»

Pubblicato

su

L’ex Lazio Giallombardo ha analizzato la stagione dei biancocelesti, soffermandosi su alcuni singoli: le sue parole

L’ex giocatore della Lazio Giallombardo è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, analizzando quella che è stata la stagione. Queste le sue parole.

STAGIONE – «Quest’anno è stata una stagione anomala per tutti, con tante gare ravvicinate e tante squadre che hanno avuto molti infortuni. La Lazio ha fatto un ottimo campionato nonostante i molti infortuni. Immobile è un essere umano e non poteva ripetere la stagione strabiliante dello scorso anno. Lazzari? È un ragazzo di grandi qualità, gli serviva un po’ di fiducia e quest’anno ha preso consapevolezza ed e migliorato tantissimo».

PASSATO E NON SOLO – «Per me Peruzzi era un mito, essere un suo compagno di squadra mi metteva quasi in soggezione. Persona umile ed eccezionale. Per quanto riguarda Simone Inzaghi aveva già smesso di giocare ma mi ha colpito molto dal punto di vista umano. Il ricordo più bello è quello di aver  fatto parte di un gruppo con una storia e dei giocatori di altissimo livello. Davanti a me c’erano Zauri, Manfredini, giocatori di ottimo livello. Per me è stato l’apice della mia carriera anche se è stato solo per un anno. Conoscere Paolo Di Canio è stato bello, ho conosciuto una bellissima persona. L’unico calciatore che sento ancora è Fabio Firmani, la nostra amicizia va al di fuori del campo di calcio».