Le pagelle di Lazio-Juventus: Leiva monumentale, Parolo encomiabile, Immobile impreciso

Lucas Leiva
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Lazio-Juventus, terminata con il punteggio di 1-2 con l’autorete di Emre Can e i gol di Cancelo e Ronaldo

STRAKOSHA: Subisce un tiro e un gol. Si salva su Dybala, non può nulla su Cancelo. VOTO: 6

BASTOS: Concentrato e puntuale. Sempre attento in marcatura su Ronaldo. Perde l’uno contro uno con Bernardeschi da cui nasce il gol del pareggio. Se giocasse sempre così la Lazio riscoprirebbe un titolare in difesa. VOTO: 6.5 (DAL 90′ PEDRO NETO: S.V.)

WALLACE: Troppo indeciso e mai tranquillo. Mette in apprensione tutta la sua retroguardia quando ha il pallone tra i piedi. In linea con le sue prestazioni solite. VOTO: 5

RADU: Chiude una diagonale ad inizio ripresa su Cristiano Ronaldo salvando un gol praticamente fatto. Va in difficoltà nel finale come tutta la Lazio. Buon primo tempo, mentre nella ripresa non perfetto. VOTO: 5

PAROLO: Spirito di sacrificio e abnegazione sono virtù mai mancate. Gioca fuori ruolo e sfodera una grande prestazione. Szczesny gli nega sul finale di primo tempo un gol che avrebbe ampiamente meritato. Non fa in tempo a raddoppiare su Bastos e Bernardeschi scappa per l’1-1. Encomiabile! VOTO: 6.5

LEIVA: E’ l’uomo in più. E’ l’uomo ovunque. Chiude tutte le linee di passaggio e raddoppia su qualsiasi compagno. Va a muso duro con Matuidi e rimedia un giallo incomprensibile. Partita molto simile alla sua prima con la Lazio sempre contro la Juve. Intensità e personalità. Questo è Lucas Leiva. VOTO: 6.5

MILINKOVIC: Deve coprire una porzione di campo molto ampia, ma questo non lo spaventa. Da una mano a Leiva e non fa mai mancare il supporto a Luis Alberto, Correa e Immobile. Mette fisicità e dinamismo al servizio della squadra. Sta tornando ai suoi livelli e questa prestazione ne è l’ennesima dimostrazione. VOTO: 6.5

LULIC: Corre a perdifiato per tutta la partita e gioca l’ultimo quarto d’ora in riserva. Commette una grossa ingenuità strattonando Cancelo, ma quel rigore nell’area opposta non sarebbe mai stato fischiato. VOTO: 5

LUIS ALBERTO: Condivide la trequarti con Correa e insieme si rendono protagonisti della migliore prestazione stagionale. Gli manca solo il gol. Ne stava trovando uno d’antologia nel secondo tempo. Inzaghi lo toglie nel finale quando non ne aveva più. VOTO: 7 (DALL’81’ BERISHA: S.V.)

CORREA: Inzaghi lo lancia per la prima volta dal 1’ in uno scontro diretto e il Tucu risponde presente. Scappa sempre via nell’uno contro uno. Nel primo tempo è imprendibile. Dopo il gol del vantaggio Inzaghi gli chiede maggiore sacrificio sulla sinistra e si allontana inevitabilmente dalla porta. VOTO: 7

IMMOBILE: Solita partita di sacrificio per Ciro. Ha sui suoi piedi due pallone per segnare. Nel primo tempo salva Rugani sulla linea, mentre nella ripresa si divora il match point. Se c’è qualcosa che questa sera non è andata è la fase realizzativa. Polveri bagnate. VOTO: 5.5. (DALL’83’ CAICEDO: S.V.)

INZAGHI: Fa di necessità virtù e manda in campo la miglior Lazio possibile. La sua squadra disputa una partita quasi perfetta per oltre un’ora, salvo poi crollare nel finale, complice l’ennesimo arbitraggio osceno. Con le armi a sua disposizione oggi non poteva fare di più. VOTO: 6