Connettiti con noi

Campionato

Pagelle Fiorentina Lazio: Milinkovic dominatore, Immobile garanzia

Pubblicato

su

I voti ed i giudizi ai protagonisti del match di campionato tra i viola e i biancocelesti: pagelle Fiorentina Lazio

Le pagelle dei protagonisti del match tra Fiorentina e Lazio, valido per la 24ª giornata del campionato di Serie A 2021/2022.

STRAKOSHA 6,5 – Viene chiamato molto in causa quando si costruisce dal basso, ma si fa trovare pronto nel momento in cui viene chiamato in causa. Vedere colpo di testa Cabral nel primo tempo per capire.

LAZZARI 5,5– Gioca, un po’ a sorpresa, dall’inizio. Delude in fase offensiva, dove da lui ci si sarebbe aspettato qualche spunto in più. E in difesa soffre molto la rapidità e la vivacità di Sottil (69′ HYSAJ 6 – Riesce a prendere le misure a Sottil),

LUIZ FELIPE 7 – Guida il reparto arretrato, usando molto spesso le maniere forti. Risulta però quasi sempre efficace. E da un suo rilancio nasce il raddoppio.

PATRIC 5,5– Si perde più di una volta Cabral. Quest’ultimo lo mette molto in difficoltà dal punto di vista fisico e lo spagnolo troppo spesso è fuori posizione.

MARUSIC 6 – Nel primo tempo sbaglia qualche pallone di troppo, ma nella ripresa sale di tono, limitando bene prima Callejon poi Nico Gonzalez.

MILINKOVIC 7– Inserimenti: questa è la parola chiave del suo match. Spreca uno, spreca due, ma alla terza non perdona. Con la sua fisicità, la sua astuzia e la sua tecnica può fare ciò che vuole. Dominatore

LEIVA 6,5 – La sua esperienza e la sua personalità diventano un fattore in una partita maschia e combattuta come questa. Insomma, lui sa come farsi valere. (59′ CATALDI 6 – Sbaglia qualche pallone, ma gestisce bene nel finale).

LUIS ALBERTO 6,5 – Quando si accende lui, si accende la Lazio. Le sue qualità nel gestire il pallone nello stretto fanno la differenza. Esce per un leggero problema fisico. (76′ BASIC 6 – Si mangia un gol già fatto, ma è la testimonianza che è sul pezzo).

PEDRO 5,5 – Rientra dopo un infortunio e non può essere al top. Cresce con il passare dei minuti, ma non riesce a lasciare il segno. (59′ FELIPE ANDERSON 6 – Entra molto bene in partita, dando una mano anche in fase di copertura e fornendo a Basic una gran palla, che perl il croato spreca).

IMMOBILE 6,5 – Timbra il cartellino anche in una serata non brillantissima per lui. Davvero una vera e propria garanzia, visto che mette lo zampino anche nel tris.

ZACCAGNI 6,5 – Illuminante la sua palla per Milinkovic in occasione del gol del vantaggio. Una giocata sontuosa con cui si fa perdonare il gol clamorosamente sbagliato nel primo tempo. Nel complesso, la sua è una prestazione di grande sostanza e tanta qualità.