Connettiti con noi

Hanno Detto

Adani: «La Lazio è ‘sarriana’, ecco come può battere il Napoli»

Pubblicato

su

Lele Adani intervistato da la Gazzetta dello Sport ha dato la sua opinione sulla sfida di stasera tra Napoli e Lazio. Le sue parole

Lele Adani intervistato da la Gazzetta dello Sport ha dato la sua opinione sulla sfida di stasera tra Napoli e Lazio. Le sue parole:

QUALE ASSENZA PESERÁ DI PIÚ – «Sia Osimhen che Anguissa perchè sono un accoppiata vincente. Osimhen ruba più l’occhio, perchè è la testimonianza evidente del lavoro dell’allenatore sulla punta, una specialità di Spalletti. Ma Anguissa è l’uomo che dà equilibri in mezzo. Se non altro, avremo la prova sul campo di quello che da mesi si chiedevano tutti: come farà Luiciano senza Koulibaly, Anguissa e Osimhen con la Coppa d’Africa? Il senegalese oggi ci sarà, gli altri due no. Vedremo».

MERTENS O PETAGNA – «Se sta bene sempre Mertens per una questione di qualità e comprensione del gioco. Ma posso capire se stasera Spalletti sceglierà Petagna: nell’immediato si cambia meno la fisionomia della squadra con un centroavanti vero, fisico, più simile a Osimhen nel far salire la squadra e ovviare alla pressione avversaria. Poi mi aspetto che Luciano si inventi qualcosa nel percorso, dato che il nigeriano starà fuori parecchio. Le alternative non mancano: con il ritorno di Politano, Lozano può essere utilizzato anche da prima punta e non scordiamoci Elmas e Ounas. Il Napoli davanti ha tanta roba…»

MIGLIOR DIFESA«Più che del singolo reparto, parlerei del collettivo e del lavoro di Spalletti. Poi certo, Koulibaly è tornato il più forte difensore della Serie A e Rrahmani, che era una riserva, è diventato una certezza. Tutto nasce dal gioco della squadra: se fai tanto
possesso, poi soffri di meno. Non è un caso che nell’unica volta che il Napoli è stato troppo passivo, nell’ultima partita con l’Inter,poi ha preso tre gol. Devi sempre essere propositivo, mantenendo il possesso. Così i difensori, toccando spesso la palla, aumentano in autostima, personalità e coinvolgimento. L’esempio è MarioRui, cresciuto moltissimo».

LAZIO SARRIANA«La domanda viene spontanea, cosa intendiamo per“sarriana”? Molti pensano a quel Napoli, ma Sarri ha sempre usato moduli e trame diversi, da squadra a squadra e il motivo è semplice un buon allenatore si adegua alle caratteristiche dei giocatori a disposizione. Io per “sarriano”intendo un modo di lavorare sul campo e allora sì, la Lazio è già “sarriana”e lo vedi da come Pedro e Cataldi legano i reparti, o dalla coesistenza cercata e trovata di Luis Alberto e Milinkovic. Negli undici titolari la Lazio se la gioca con tutti, mancano piuttosto i ricambi e si è visto anche nell’ultima con la Juve. Quante difficoltà senza Immobile..»

LUIZ FELIPE IN NAZIONALE«Difensore moderno, che sa difendere a campo aperto:aggressivo e veloce.Deve migliorare in due fondamentali: la distribuzione della palla e il mantenimento del reparto. Ogni tanto si perde, ma è un ‘97…»

SPALLETTI COME BATTE LA LAZIO«Sfruttando i movimenti alle spalle della difesa biancoceleste. Tutte e due le squadre giocano alte e danno il meglio nella costruzione, ma hanno problemi quando devono correre all’indietro. Mi aspetto che Lozano giochi più da punta e meno da ala, sfruttando la qualità del piede di Insigne che disegna calcio da sinistra»

SARRI COME BATTE IL NAPOLI«Torna Immobile, che è abilissimo a muoversi alle spalle dei centrali: ecco,Ciro deve costringere Koulibaly eRrahmani a inseguirlo abbassandosi, così permette all’esterno che porta palla, Pedro in particolare, più opzioni nella giocata: la ricerca della profondità, l’appoggio al limite o il servizio per l’inserimento della mezzala»

CAMBI – «Vero, anche se mancheranno Politano e Ounas. Spalletti ha però Elmas e uno tra Mertens e Petagna per modificarsi in corsa. Sarri può contare su Zaccagni: l’ex Verona ha i numeri, ma deve ancora mostrarli in una piazza come Roma».

Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.