Connettiti con noi

Campionato

Milinkovic: «Oggi gara tosta, che bello i tifosi. Felipe Anderson? Mi è mancato»

Pubblicato

su

Milinkovic è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, al termine della gara dei biancocelesti contro l’Empoli: le sue parole

Milinkovic al termine della gara contro l’Empoli è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, ecco le sue parole:

GARA – «Non mi apsettavo questa prova, ma dopo il primo gol abbiamo risposto subito e ci ha dato una mano per il resto della partita. Siamo tutti contenti di aver vinto e vogliamo prepararci al meglio per la prossima partita. Era una gara tosta, abbiamo corso tanto per prendere la palla, abbiamo risposto bene e chiuso col 3-1 il primo tempo. Nel secondo eravamo tutti liberi di testa».

TIFOSI – «Quando sono allo stadio danno una mano, una spinta. Spero di vedere il pieno alla prossima che giochiamo in casa, anche se al 50%».

FELIPE ANDERSON – «Mi mancava Felipetto, speriamo che ci dia tante altre gioie».

CALCI PIAZZATI – «Ne proviamo tanti, si lavora tanto su quello che ci danno una mano in più».

COMPLIMENTI PAROLO – «Ringrazio Marco per le belle parole, mi ha aiutato tanto quando sono arrivato, ero un bambino e lui c’era già. Cercavo di migliorare da loro che erano i più vecchi».

MEZZE ALI CON SARRI – «C’è un po’ di differenza, corriamo di più, ma abbiamo anche più palla a terra. Il mister chiede molto di giocare più dentro al campo».

Milinkovic a Dazn

GIOCO – «Gioco con la suola, anche per i ricordi da bambino che giocavo a futsal. Quest’anno giochiamo molto palla a terra e quindi ci divertiamo. Abbiamo iniziato a fare quello che ci chiede il mister».

LUIS ALBERTO E CORREA – «Luis Alberto è arrivato dopo qualche giorno ad Auronzo e abbiamo parlato, Correa è ancora qui. Ognuno fa la sua scelta, quando c’è modo di parlare se ho da dire qualcosa lo faccio».

PEDRO – «Sono felice che ora è con noi. Davvero è un giocatore pazzesco».

Milinkovic a Sky Sport

«Cambiamenti tattici rispetto al passato? Rispetto a quello che facevo con Inzaghi, mister Sarri mi chiede di venir a prendere la palla più dietro. Il nostro obiettivo per questa stagione è qualificarci in Champions League»