Connettiti con noi

Calciomercato

Mezza Europa su Milinkovic-Savic, la Lazio cosa farà con il Sergente?

Pubblicato

su

La Gazzetta dello Sport si interroga sul futuro di Milinkovic-Savic: ecco le possibili mosse di Lotito

Milinkovic-Savic sta vivendo probabilmente la miglior stagione da quando è in Italia. Il Sergente ha fin qui collezionato 8 gol e 8 assist, la perla di Firenze è l’ulteriore conferma di una crescita esponenziale che lo pone come uno dei migliori centrocampisti in Europa.

Come normale che sia alla porta della Lazio hanno bussato i club più prestigiosi in circolazione. Non è una leggenda metropolitana l’avanzata del Paris Saint-Germain, oltre 4 anni fa, con una tripla cifra superiore ai 100 milioni. In Inghilterra hanno sondato pesantemente i due club di Manchester, soprattutto lo United, ma senza trovare mezzo spiraglio per intavolare una trattativa.

Come riporta Gazzetta.it, in Italia la Juve stravede da una vita e Simone Inzaghi semplicemente lo adora. Di recente il suo agente Kezman (lo stesso di Kamenovic, tesserato dai biancocelesti dopo un’autentica telenovela) ha dichiarato: «Con rispetto per la Lazio, Sergej è pronto per una grande svolta. E sono convinto che presto sarà il momento di una nuova avventura». Parole che dovranno avere una verifica, partendo dal presupposto che il contratto scade nel 2024 e che la prossima estate bisognerà in qualche modo arrivare alla soluzione del quiz.

Una squadra che ha voglia di crescere con Sarri non può permettersi di rinunciare a una delle poche, vere e grandi certezze. L’altro lato della medaglia è che con più di 100 milioni in cassa sarebbe possibile costruire una squadra a immagine e somiglianza dell’attuale allenatore, a maggior ragione dopo le incomprensioni del mercato invernale. Ma Sarri difficilmente troverebbe un Sergente così forte, così esplosivo, così concreto. Quindi, bisognerà chiarire molte cose, alla larga da altri equivoci. Con una certezza: Milinkovic-Savic è un fenomeno che non si trova facilmente in giro.