Connettiti con noi

Hanno Detto

Oddo: «Lazio e Milan entrambe da titolo, marchio di Sarri già evidente»

Pubblicato

su

Massimo Oddo ha analizzato la sfida di oggi tra Milan e Lazio: a prescindere dal risultato, entrambe possono pensare al titolo

Massimo Oddo, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, ha presentato il match di oggi tra Milan e Lazio, spendendo belle parole per entrambe le compagini (ha giocato con entrambe):

«La Juve ammazza campionato non c’è più, tutte e due possono competere. La politica del Milan è quella giusta, puntare sui ragazzi ma con la guida di giocatori come Ibra e Giroud. La Lazio ha in panchina un maestro di calcio, la sua mano è assolutamente evidente. Con lui tanti giocatori possono esaltarsi. E tanti altri di grande intelligenza tattica potranno avere sempre più spazio, penso a Patric provato difensore centrale. Tatticamente sarà una bella partita, tra due allenatori che offrono un gioco propositivo».

SU LUIS ALBERTO E BRAHIM DIAZ – «Sono completamente diversi, Diaz è un dieci vero, Luis Alberto lo trovi dappertutto ed è uno di quei giocatori che con Sarri possono compiere un ulteriore salto di qualità. Tutti e due possono fare la fortuna delle loro squadre».

SU IBRA E IMMOBILE – «Il fisico lo aiuta ma l’età c’è: Zlatan non potrà fare quaranta partite stagionali e per questo ecco Giroud. I giocatori forti possono sempre giocare insieme. Su Immobile ho la mia idea: ha caratteristiche precise, è tra i più forti al mondo se c’è da attaccare la profondità, nel fraseggio dell’Italia di Mancini fa più fatica».