Marchetti (ds Cittadella): «Non siamo a Roma per fare una gita. Inzaghi? E’ staordinario»

inzaghi lazio esultanza
© foto www.imagephotoagency.it

Alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro la Lazio, le dichiarazioni del direttore sportivio del Cittadella, Stefano Marchetti

Alla vigilia della gara di Coppa Italia contro la Lazio, Stefano Marchetti – direttore sportivo del Cittadella – ha espresso le proprie impressioni ai microfoni di Radiosei: «Le emozioni sono tante perché per noi giocare contro una squadra così importante è motivo di grande soddisfazione, prestigio ed entusiasmo. E’ una bella vetrina. Vogliamo far bene. Non siamo venuti a Roma per fare una gita ma per fare nel miglior modo possibile la nostra gara. Veniamo da una brutta partita contro l’Avellino, è stata una brutta botta maadesso giocare contro la Lazio ci dà modo di archiviare quella partita e di passare un bel momento in un grande stadio».

INZAGHI – «Il segreto di questa Lazio passa molto attraverso la mentalità che ha dato Inzaghi. La rosa biancoceleste è importante, ma se non riesci a stimolare i giocatori e trovargli la collocazione giusta in campo non riesci a fare la differenza. Inzaghi in questo è stato straordinario».

TARE – «L‘accoppiata Tare-Inzaghi è vincente, dimostra che bisogna credere nelle persone e nel ricambio generazionale. E’ a Roma da tanto tempo, conosce l’ambiente in maniera perfetta, è cresciuto e ora è un direttore a tutto tondo. Calciomercato? La Lazio ha dei giovani interessanti quindi l’apertura da parte mia è totale».

LAZIO-CITTADELLA – «Cercheremo di rendere la vita dura a una squadra molto forte. La Lazio sulla carta non deve temere niente perché se gioca come sa è molto forte. Le gare vanno giocate, il destino te lo crei da solo».