Connettiti con noi

Campionato

Mandorlini: «L’impronta di Sarri ora è chiara. Ecco cosa manca»

Pubblicato

su

Andrea Mandorlini, ex allenatore di Padova e Verona, ha parlato ai microfoni di Radiosei della Lazio di Sarri

Andrea Mandrolini, ex allenatore di Padova e Verona, ha parlato ai microfoni di Radiosei della Lazio di Sarri. Le sue dichiarazioni.

SARRI – «Non è mai facile apprendere tutti i dettami di un tecnico, anche se lui è uno dei migliori. Nella prima parte della stagione non bene quindi, ma dopo il giro di boa tanti giocatori sono cresciuti e di conseguenza, sono arrivati i risultati. Lazzari pezzo fondamentale, esattamente come Zaccagni. Adesso la mano di Sarri si vede eccome, la sua impronta è chiara. Cosa manca? Da lontano è difficile dirlo, forse qualche giocatore di qualità superiore, ma il tassello fondamentale di apprendere la filosofia, è stato messo. Difensivamente qualcosa va migliorato assolutamente, trattenere Milinkovic sarebbe un gran colpo». 

ROMAGNOLI RUGANI –  «Non molto rapida certamente, ma sono giocatori validi, anche se Rugani ha avuto poca continuità nelle ultime stagioni. Credo serva qualcosa di più, anche se restano elementi importanti».