Lulic, l’incubo di Andreazzoli da quel 26 maggio

rodia
© foto www.imagephotoagency.it

Senad Lulic e Andreazzoli ancora uno difronte all’altro dopo la finale di Coppa Italia tra Lazio e Roma del 26 maggio

Sono passati 1939 giorni dal 26 maggio 2013, da quella finale che ha scritto la storia di Lazio e Roma. I biancocelesti trionfarono grazie a un gol di Senad Lulic, con il bosniaco che è entrato di diritto nella storia del club biancoceleste. Sulla panchina della Roma quel pomeriggio c’era Andreazzoli, oggi l’attuale tecnico dell‘Empoli incrocerà dopo cinque anni l’esterno bosniaco. Sarà una sfida particolare per l’ex allenatore giallorosso, ma almeno a parole, come riporta Il Corriere dello Sport, per lui non sarà una rivincita: «La Lazio è una squadra da Champions, sarà una grande prova per noi. Il 26 maggio? Non sarà una rivincita personale per me, ma solo un’occasione per far bene davanti al nostro pubblico», ha dichiarato in conferenza stampa. Difficile che per lui non sia una rivincita, visto che quel match ha deciso il futuro di tanti protagonisti in campo.

Articolo precedente
Empoli-LazioEmpoli-Lazio, le probabili formazioni (Diretta scritta su lazionews24)
Prossimo articolo
caputoEmpoli-Lazio, dove seguire diretta TV e Live Streaming