Coronavirus, in Lombardia rimangono chiuse le librerie e cartolibrerie

© foto www.imagephotoagency.it

Il nuovo DPCM firmato ieri dal Premier Conte autorizza la riapertura di librerie e cartolibrerie, ma in Lombardia lasciano chiuso

Conte ha detto sì, la Lombardia dice no: nella regione rimarranno chiuse le cartolibrerie e le librerie.

Il nuovo DPCM firmato ieri sera, oltre all’apertura di questo esercizi, consente anche quella dei negozi di abbigliamento per bambini e neonati. La Regione governata da Attilio Fontana, in mattinata ha pubblicato la seguente ordinanza: «Il documento conferma la chiusura degli alberghi (con le eccezioni già in vigore), degli studi professionali (che proseguono l’attività in smart working, salvo eccezioni per particolari scadenze) dei mercati all’aperto e tutte le attività non essenziali. Inoltre, sarà possibile acquistare articoli di cartoleria, di fiori e piante all’interno degli esercizi commerciali che vendono alimentari o beni di prima necessità, già aperti. Saranno sempre possibili le vendite con la consegna a domicilio, osservando le regole stringenti già in vigore per questa modalità».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy