Leiva: «Vogliamo arrivare lontano in tutte le competizioni. Posso ancora migliorare» – VIDEO

© foto Lazionews24

Le parole di Lucas Leiva, intervistato al termine della sfida di Coppa Italia contro la Fiorentina

«Una partita molto difficile, in Coppa Italia si deve vincere – esordisce Leiva ai microfoni di Rai Sport -. Nel primo tempo abbiamo giocato bene con la palla, nel secondo abbiamo un po’ perso il pallino del gioco. Sono venuto qui perchè avevo fiducia nel poter aiutare la squadra, in questo sono stati molto bravi i miei compagni nell’aiutarmi nell’adattamento. Stiamo facendo una buona stagione, posso migliorare continuando a lavorare con concentrazione».

Lucas Leiva a Lazio Style Radio

Il centrocampista brasiliano è poi intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio: «Nelle ultime due partite abbiamo migliorato soprattutto in difesa. A Milano possiamo fare una gara buona. Scongiuri sull’1-0? L’1-0 è sempre pericoloso, la squadra era molto concentrata e non abbiamo dato nessuna chance alla Fiorentina. Boxing day italiano? E’ uguale rispetto all’Inghilterra. E’ vero che quando sono venuto qua, speravo di andare in Brasile a Natale. Dobbiamo giocare, meglio se vinciamo. Centrocampo? Penso che quando si difende tutti insieme è molto difficile prendere gol. Abbiamo fatto bene oggi, ho visto un Felipe Anderson molto intenso. Anche Ciro quando è entrato, Caicedo è molto volenteroso. In contropiede sappiamo di essere una squadra forte. Palloni recuperati? Non li ho contati, ho contato due o tre passaggi che ho sbagliato. Questo è il mio lavoro, devo aiutare a centrocampo recuperando palloni e giocando avanti per gli attaccanti». 

Leiva in zona mista

«Era molto difficile stasera: nel secondo tempo loro ci hanno preso le misure, ma nel primo potevamo fare anche tanti gol – spiega Leiva in mixed zone -. Era una partita da vincere: siamo felici di aver conquistato la semifinale. Vogliamo arrivare lontano in tutte le competizioniCon i ritorni di Felipe e Nani il mister adesso ha anche più opzioni. Dobbiamo giocare partita per partita, vediamo dove possiamo arrivare. Dopo tanti anni in Inghilterra in un campionato veloce e fisico, mi sono trovato molto bene qui. I compagni mi hanno aiutato, mi sento a casa. Sono felice e posso migliorare ancora. Inter? Sarà un’altra sfida complicata, adesso abbiamo tre giorni per recuperare, andiamo a Milano con la fiducia di poter conquistare un buon risultato». 

Articolo precedente
convocati Inzaghi salisburgo-lazioInzaghi: «Stanchi nella ripresa, ma sono soddisfatto». E su Caceres…
Prossimo articolo
caicedoCaicedo, parla il dott. Rodia: «Ha avuto un risentimento muscolare. Immobile? Grande tempra»