Connettiti con noi

News

Le dichiarazioni di Nani in quanto alla Serie A

Pubblicato

su

Il calciomercato del Lazio come tanti altri nella Serie A è sempre fonte di dichiarazione di ex calciatori, allenatori e tutte quelle figure che ruotano intorno a questo sport.

In quest’articolo vedremo le più recenti, a cominciare da Nani. Il giocatore del Venezia e prima laziale, è intervenuto a proposito del suo rapporto con la squadra gestita attualmente da Maurizio Sarri.  Le parole di Nani sono le seguenti: «Per tornare a giocare ad alti livelli, ritrovare grandi sfide e rimettermi in gioco. E la Serie A è uno tra i campionati più belli e difficili. Quando ero alla Lazio, volevo dimostrare anche da voi le mie qualità ma non ho avuto le chance. Non sono più giovane, ma ho una gran voglia di lavorare. Sono qui per aiutare la squadra e sfruttare questo momento, bellissimo per me».

Si tratta ovviamente di scommettere su un giocatore. Anche chi non scommette soldi, il rischio e l’imprevedibilità di una mossa suscita un certo sentimento. Quando nel calciomercato una squadra compra un giocatore scommette su di lui, spera che possa andare bene. Ovviamente non tutti possono permettersi questo. Molti preferiscono portali inerenti il Jackpot grazie all’online casino bonus. Su quest’ultimo ad esempio non corri nessun rischio perché decidi tu quanto spendere, anche somme di dieci euro se vuoi. Per una squadra, invece, scommettere su un giocatore significa investire milioni di euro. Tornando a Nani, su La Gazzetta dello Sport ha continuato esponendosi su diversi temi.

Le dichiarazioni di Nani

«Diciamo più un’opportunità per farmi apprezzare in Italia. Alla Lazio mi sono sentito a casa, Roma è piaciuta alla mia famiglia, come adesso Venezia che tra l’altro non avevo mai visto prima, che mancanza! Alla Lazio con Simone Inzaghi avevo un buon rapporto, franco: mi considerava bravissimo ma era difficile per lui inserirmi e io ho risposto che non c’era problema, capivo che la squadra era già completa e affiatata. Si vedeva che Inzaghi era da top club, quello che sta facendo con l’Inter è una conferma».

«Avendo parecchia esperienza magari riesco a sfruttare di più le occasioni per mandare in gol i compagni. Non sono al meglio, lo so, ho saltato la preparazione, ma mi sento già più in forma. So che questa squadra ha bisogno di fare gol, e io sono qui per segnare e soprattutto far segnare i Okereke, Henry, Johnsen e altri. Un po’ di calcio l’ho visto, e dico che abbiamo ottimi giocatori».

«La sconfitta con l’Inter mi ha lasciato un grande ottimismo. Potevamo fare punti, abbiamo disputato un’ottima partita, come gioco e per come ci eravamo arrivati, con tanti assenti per il Covid. Ho visto una squadra che ha fiducia in se stessa e uno spirito vincente. Se giochiamo sempre così possiamo andare lontano. E ho capito anche dove si deve crescere. Il calcio in Italia si gioca soprattutto con la testa, è molto tattico. Dobbiamo migliorare nei tempi di gioco, evitare certe ingenuità. Se ci riusciamo il nostro livello si alzerà e possiamo giocarcela con tutti. Io sono qui per aiutare a dare questa mentalità».

Conclusioni

Un altro brutto colpo per la Lazio è l’addio, a quanto pare definito, di Luiz Felipe Ramos. Il rinnovo del giocatore doveva essere già pronto ma ancora non si sa nulla e forse questa notizia è già una certezza. Senza Ramos il Lazio perderebbe un validissimo giocatore, il quale alcune indiscrezioni dicono che potrebbe andare all’Inter anche se l’agente smentisce assolutamente questo rumour. Questa storia turbolenta del rinnovo era già iniziata molti mesi fa. Non ci resta che aspettare e scoprire come si evolverà la vicenda, anche se quest’ultima sembra già conclusa. Grazie per la lettura. 

Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.