Lazio, settore giovanile all’italiana: ecco chi è Bianchessi

Coppa Italia curva nord lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Rivoluzione in casa Lazio: Bianchessi sarà il nuovo responsabile del settore giovanile. Ecco tutta la carriera dell’ex Milan e Atalanta

Dalla scuola olandese di Joop Lensen a quella tutta italiana (bergamasca) di Mauro Bianchessi. Il «Mago» orange aveva incantato tutti, quando si era presentato a Formello due anni fa. Soprattutto Lotito e Tare. Ora, invece, si cambia. Il nuovo responsabile del settore giovanile della Lazio arriva dal Milan, dopo un’esperienza di 15 anni come talent scout dell’Atalanta. Nei mesi scorsi raccontava di avere scoperto Caldara a Scanzo quando aveva nove anni, Gagliardini a Dalmine quando ne aveva otto, mentre per strappare Conti all’Inter andava a seguirlo di nascosto alle nove di sera dalle parti di Lecco: giusto per ricordare tre giocatori che sono finiti o finiranno a Juventus, Inter e Milan, per una cifra complessiva di 75-80 milioni. Come riporta il Corriere della Sera, lo manda l’amico Galliani. Bianchessi era un uomo di fiducia dell’ex amministratore delegato rossonero. Appena è cambiato il vertice del club, è stato fatto fuori. Il motivo? Un rapporto mai sbocciato con il nuovo direttore sportivo Mirabelli: quando quest’ultimo era all’Inter chiamava Bianchessi «lo squalo», forse un po’ anche per invidia, per la sua capacità di piombare sempre sui calciatori giovani più importanti e strapparli alla concorrenza portandoli a Milanello. Un nome su tutti? Donnarumma. Adesso a Formello cambieranno le idee, cambieranno le filosofie. Serviranno pure più soldi perché alla fine nella crescita di un settore giovanile incidono moltissimo gli investimenti, e quelli della Lazio non sono significativi. Chissà se, con Bianchessi, cambierà pure questo…