Sconcerti: «Campionato falsato. Scudetto? Tutto può succedere»

sconcerti
© foto Db Milano 26/07/2012 - presentazione calendari serie A stagione 2012-2013 / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Mario Sconcerti

Il giornalista Mario Sconcerti, ai microfoni di TMW Radio, è tornato a parlare della lotta scudetto tra Juventus e Lazio

Mario Sconcerti, ha analizzato la ripresa della Serie A, facendo il punto sulla lotta scudetto. Queste le sue parole ai microfoni di TMW Radio:

LA RIPRESA – «Lazio e Juve hanno mandato entrambe buoni messaggi, la Juve segna con facilità e prende gol molto raramente. La Lazio fa più fatica ma sta trovando condizione, bisogna vedere se alla lunga arriverà stanchezza. Ci sono dati evidenti sull’importanza della condizione fisica: ill 30% dei gol ora si segnano dal 70’ in poi, un dato superiore al solito. Questo perché le squadre arrivano molto stanche e i cambi, per chi li ha, devastano le partite».

DYBALA E LUIS ALBERTO – «Sono diversi e possono giocare anche insieme. Dybala è un attaccante puro e Luis Alberto è un regista avanzato. È un trequartista degli anni ’80 che gioca anche dentro al campo, dietro a due attaccanti sta benissimo. All’Inter sarebbe perfetto, ma lo è anche alla Lazio. È un tipo di giocatore che non avevamo da un pezzo. Sto vedendo in forma anche Lukaku che può essere importante in questa fase finale».

LOTTA SCUDETTO – «Il campionato è falsato per forza, quando sei costretto a cambiare delle regole in corsa è chiaro che diventa un altro campionato. È una situazione che aiuta chi ha più giocatori, come la Juve. Finché sei a 4 punti e hai lo scontro diretto però tutto può succedere, prima di quello poi c’è una fase del calendario favorevole alla Lazio».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy